Exodus: gli anti-gay e le terapie riparative anche su iPhone

di

Una delle più famose organizzazioni statunitensi promotrice delle "cure" contro l'omosessualità sbarca su App Store con un'applicazione la cui descrizione ambigua rischia di attirare ignari utenti.

1031 0

E’ proprio l’era in cui se non sei su Facebook e se non hai un’app sull’App Store non esisti, se tra le ultime apparizioni sul negozio on line di Apple accessibile da iPhone e iPad (entrambi molto apprezzati dai consumatori gay) c’è anche l’applicazione di Exodus, l’associazione religiosa statunitense che raggruppa i presunti ex-gay e che si fa promotrice delle cosiddette terapie riparative.
Sulla pagina dell’App Store che presenta l’applicazione si legge:
"Exodus International è la più grande organizzazione al mondo di individui e famiglia colpiti dall’omosessualità. Con oltre 35 anni di esperienza, Exodus ha lo scopo di incoraggiare, educare e preparare il Corpo di Cristo ad affrontare il problema dell’omosessualità con grazia e verità".

Un modo subdolo per attirare utenti e potenziali seguaci cui propinare le teorie sulla presunta possibilità di guarire dall’omosessualità.
L’applicazione, dedicata agli utenti statunitensi anche se scaricabile anche dall’Italia, è gratuita e diffonde notizie, video, tweet e messaggi lanciati tramite la pagina Facebook dell’organizzazione, oltre ad offrire "aiuto".
Come si vede visitando la pagina dell’applicazione, i pochi commenti già scritti dagli utenti mettono in guardia gli altri sulla vera natura dell’organizzazione e dell’applicazione definendola esplicitamente "applicazione anti-gay".

Leggi   Roma, ragazzo non può entrare in discoteca: "Perché sono gay?"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...