FINANZE IN COPPIA

di

Come gestire l'economia domestica se si è in due? Come tutelare i risparmi in mancanza di leggi che riconoscano l'unione? Ecco qualche consiglio per godere l'amore anche nei...

558 0

In questa tornata i mercati azionari si sono mossi lateralmente senza grossi spunti e con volumi in contrizione.
Il sentore è che da qui alla fine dell’anno non ci saranno eventi rilevanti che possano scuotere il torpore natalizio.
In America, dopo il taglio dei tassi operato dalla Fed, adesso sarà compito del rinnovato staff economico della Casa Bianca rilanciare l’economia con riforme strutturali e prolungate nel tempo.
Europa invece in fase di stallo, e gli effetti della riduzione a sorpresa della scorsa settimana si percepiranno solo ad anno nuovo.
Nel resto del mondo da segnalare purtroppo la continua crisi della borsa giapponese, pressata oltretutto da uno yen che acquisisce maggior vigore, indebolendo ulteriormente le esportazioni.
In Italia l’attenzione è rivolta ancora al caso Fiat, che evidenzia sempre più il declino non solo di un’epoca, ma probabilmente anche quello di un modello industriale vetusto e non al passo con i tempi.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
PROFILI OMO

Caratteristiche: Coppia 28/31enne insieme da 8 anni; titolari di pub; casa di proprietà (mutuo 10 anni TF rata mensile 1050€); reddito annuo (cumulato) 40800€; macchina di proprietà.
Risparmi attuali: 37000€ (10000€ fondo liquido; 5000€ az.Europa; 5000€ az.internaz.; 5000€ bilanciato; 5000€ az.paesi emerg.; 7000€ Btp 2029).
Capacità di risparmio: 13000€ annui.
Necessità/Obiettivi: Acquisto auto nuova; incremento previdenza integrativa; ricostruzione del capitale nel lungo periodo.
Propensione al rischio: Alta.
La coppia, seppur di giovane età, ha avuto ottime basi (famiglia, precedenti lavori) per avviare il locale e per l’acquisto (con l’aiuto del mutuo) della casa.
Essendo appena trentenni ed avendo gia pianificato l’investimento più importante della vita, la loro attività finanziaria potrà avere un più lungo orizzonte temporale ed un profilo di rischio abbastanza elevato.
Consigliamo quindi una ampia esposizione verso i mercati azionari (60-65%), cercando di mantenere un giusto equilibrio tra Europa (25%) ed America (30%), e scegliendo con cautela qualche mercato emergente (5-10%).
La componente obbligazionaria sarà conseguentemente minore (35-40%) e suddivisa tra titoli governativi europei con scadenze non superiori a 5-7 anni (20%), titoli corporate ad alto rating (10%) ed eventualmente un fondo obbligazionario paesi emergenti (5-10%).
Ricordiamo poi una grossa fetta del risparmio da riservare alla previdenza integrativa (3-5000€), indispensabile per il futuro dei due soggetti.
Infine, per l’acquisto della nuova autovettura (stimato in 21000€) consigliamo di attingere in parte al fondo liquidità gia in essere, e di accendere per la restante parte un prestito personale dato il basso livello attuale dei tassi.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...