GAY-TECNO ALL’AVANGUARDIA

di

Da sempre siamo anticipatori delle tendenze e scopritori delle nuove tecnologie. La testimonianza di Franco Grillini, vero maniaco dell' Hi-Tech. «Con il mio Sony-Ericsson scandalizzo il Parlamento»

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Il mondo corre. E i gay spesso lo anticipano. E’ universalmente noto (soprattutto negli ambienti del marketing) che la categoria degli omosessuali ami anticipare le tendenze, disegnare nuove strade, sperimentare nuove tecnologie. Ciò che il futuro ci riserva, potrebbe recitare una sorta di spot filo-gay, gli omosessuali lo conoscono già.

Prendiamo l’Italia: chi è l’omosessuale più in vista? Sicuramente Franco Grillini, presidente onorario Arcigay, deputato Ds, da anni al centro delle battaglie per il riconoscimento dei diritti delle persone omosessuali. Bene, proprio lui è uno delle persone più appassionate della tecnologia, ama provare per primo l’ultimo prodotto proposto dal mercato, circondarsi degli ultimi strumenti utili per comunicare in maniera rapida ed efficace. E pare che anche in Parlamento la sua fama di tecnofilo si sia già diffusa…

Franco, è vero che sei il deputato più informatizzato e "cellularizzato" del Parlamento?

Innegabilmente sì. Sono stato il primo ad entrare in aula con un computer portatile, e a collegarlo alla linea telefonica che ogni fila di deputati ha a propria disposizione. Mi è bastato cambiare la spina del telefono, e ho potuto da subito lavorare collegato a internet, anche se con una connessione lentissima, di soli 28 Kb/sec. Poi, quando hanno regalato un portatile ad ogni parlamentare, altri hanno cominciato a usarlo in aula, mentre molti, invece, hanno preferito regalarlo ai nipoti… Comunque, sono diventato famoso, come uno che se ne intende di telefonini e computer. Così, se qualche collega ha un problema con le tecnologie, in genere viene da me per risolverlo; finisco per fare da tecnico involontario e, soprattutto, non retribuito!

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...