I LUOGHI DEL CELLULARE

di

Aircell annuncia l'arrivo del telefonino anche in alta quota, mentre in Iran e in Australia è vietato andare in piscina con il videotelefono.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
771 0

Aircell: cellulari per i voli in alta quota
Aircell, azienda statunitense con sede a Louisville, nel Colorado, ha avviato lo sviluppo di un dispositivo che permette ai passeggeri di un aereo di usare i cellulari durante il volo. La compagnia ha appena brevettato l’invenzione e spera di cominciare a testare il prodotto il prossimo anno.
Le chiamate con il cellulare durante il volo sono vietate perché interferiscono con gli strumenti di navigazione dell’aereo e disturbano le comunicazioni tra l’equipaggio e la torre di controllo. Aircell sostiene che il suo dispositivo è in grado di risolvere i due problemi perché è in grado di controllare le emissioni dei cellulari, in modo tale che non interferiscano con la strumentazione di bordo, e inoltre è in grado di dirigere i segnali del cellulare verso una delle 135 antenne poste a terra dalla compagnia.

Iran, videotelefonini vietati nelle piscine per donne
Videotelefonini proibiti nelle piscine per iraniane. Lo riferisce il sito “Donne in Iran“. Per le autorità è rischioso far circolare apparecchi che consentono di inviare immagini rubate, soprattutto se l’oggetto delle foto sono persone di sesso femminile in un Paese a maggioranza musulmana integralista.
Ma il timore per un uso improprio della videocomunicazione non è appannaggio solo dell’Iran. La più grande operatrice di centri sportivi dell’Australia ha vietato i videotelefonini, ma solo negli spogliatoi, per timore che vengano usati per riprendere persone che si spogliano e che le immagini siano diffuse in internet.

Visitate Cellulari.it

di Cellulari.it

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...