Il nuovo iPod in tutti i colori rainbow

di

Steve Jobs ha presentato ieri i nuovi lettori multimediali con tonalità ispirate all'arcobaleno. Un tocco gay-friendly che non passerà inosservato agli occhi del già affezionato pubblico LGBT.

530 0

Che Apple sia uno dei marchi più amati e popolari tra i gay, è fatto noto. Certo è che pare che a Cupertino non solo ne siano perfettamente consapevoli, ma che (fortunatamente) non facciano nulla per prendere le distanze da queste voci.

E a noi piace pensare che le conferme arrivino da Mr. Jobs e compagnia anche dalla presentazione degli ultimi iPod Nano, avvenuta ieri durante l’evento "Let’s Rock" che si è svolto ieri allo "Yerba Buena Center of Arts" di San Francisco.

Quelli che vedete nell’immagine qui sopra sono i Nano di quarta generazione, in tutta la gamma di colori tra i quali potete scegliere: è o non è un bellissimo arcobaleno high-tech?

Vediamo quali sono, però, le novità tecniche di questi nuovi lettori multimediali. Intanto, l’accelerometro che permette di vedere i video in modalità panoramica (ovvero mettendo il dispositivo in orizzontale), poi il registratore vocale (era ora, aggiungeremmo), una versione da 16GB, la funzione "Genius Playlist" che sceglie una serie di canzoni in ordine casuale in base al genere di quella che state già ascoltando. La batteria garantisce 24 ore di musica e 4 di video. In più, il nuovo Nano è anche ecocompatibile: senza arsenico, senza pvc, senza mercurio e fatto in materiale "altamente riciclabile", dice Jobs in persona.

E che ne pensate dei nuovi Shuffle? In questo caso i fatti parlano ancora più chiaro: nessuna modifica tecnologica è stata apportata al più piccolo della famiglia iPod. L’unica novità sono i colori: abbandonati i pastello a cui ci eravamo abituati, Jobs ha dichiarato di essersi ispirato all’arcobaleno per le nuove nouances degli Shuffle. A voi le conclusioni.

Ma non sono solo Nano e Shuffle ad essere passato sul palco di San Francisco. E’ toccato anche al Touch sfilare per mostrare le sue nuove funzionalità. Oltre al design ancora più simile a quello dell’iPhone, il Touch 2.0 ha i comandi per il volume esterni, gli altoparlanti integrati e il Nike+ integrato che non necessita più di un trasmettitore suo, se non quello che si mette nelle scarpe per comandare il dispositivo che riceve gli impulsi tramite un RFID integrato. Anche il Touch è dotato di "Genius Playlist". Il resto è come lo conosciamo già: wireless, accelerometro, display da 3.5 pollici.

Infine il Classic, che è stato un po’ il brutto anatroccolo della situazione. L’unica differenza rispetto a prima è che è stata semplificata l’offerta. Invece di avere una versione da 80 e una da 160GB, ce ne sarà una sola da 120GB.

Altrettanto attesa dagli aficionados di Apple, la versione 8 di iTunes. Da oggi si potrà accedere alla funzione "Genius Playlist in sui un algoritmo che analizza la struttura e il suono della musica che ascoltate, crea una playlist di canzoni dello stesso genere, scelte assolutamente in ordine casuale. Una sorta di funzione shuffle, ma intelligente. 

La visualizzazione a griglia, poi, organizza le vostre tracce e i vostri video in base all’immagine di copertina permettendovi di riprodurre le une o gli altri cliccando direttamente sulla foto. In più sarà possibile vedere spettacoli televisivi in HD sul nuovo iTunes 8 che si può giù scaricare da Apple.com.

"in collaborazione con Gizmodo"

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...