INVESTIRE NELL’AZIONARIO

di

In una situazione tranquilla, come può essere quella di un commerciante gay single, si può confidare in una imminente ripresa dei listini. Ecco come.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Continuano le conferme per un’economia americana in netta ripresa, eppure la Fed nella sua riunione di mercoledì non ha certo operato manovre sui tassi, dichiarando oltretutto che rimarranno invariati su tali livelli per molto tempo ancora. I consumi sono abbastanza forti ed il mercato del lavoro sembra stabilizzarsi, ed è per questo che traspare un certo ottimismo per il futuro.
Ben diversa è la situazione in Europa, ma d’altro canto è pur vero che strutturalmente e storicamente è una realtà ben diversa da quella d’oltreoceano. Probabilmente occorrerà più tempo, ma non riusciamo certo a vedere un’Europa unita ancorata per molto al molo della stagnazione.
Nel frattempo mercati azionari ancora vivaci e positivi.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
^SPROFILI OMO^s
Caratteristiche: Commerciante 43enne, single, casa e auto di proprietà; reddito annuo 32000 €; è anche proprietario di un piccolo capannone attualmente locato (rendita mensile 1200 €).
Risparmi attuali: 123000 € così suddivisi: 70000 € obbligazioni bancarie t.variabile scad.2008; 20000 € obblig. bancarie 9% scad.2007; 10000 € index linked ancorata al Mib30 scad.2007; 5000 € pac azionario italia (100 € mensili); 5000 Btp 5,25% 2029; 10000 € fondo obblig. paesi emergenti.
Dispone inoltre di un piano pensionistico integrativo per il quale versa circa 5000 € annui.
Capacità di risparmio: 2000 € mensili.
Necessità/Obiettivi: Desidera ingrandire il proprio negozio (spesa prevista 40000 €). Aumento copertura previdenziale e mantenimento tenore di vita attuale.

Ci appare evidente l’assoluta tranquillità economica del soggetto visto il discreto reddito, l’affitto percepito e la totale assenza di impegni finanziari rilevanti.
L’obiettivo principale è quello di riuscire nel giro di qualche anno ad ampliare gli spazi della sua attività acquistando un piccolo locale adiacente.
In tale prospettiva consigliamo di incrementare la percentuale azionaria del proprio portafoglio switchando una parte delle obbligazioni a tasso variabile (25-30000 €) in fondi azionari, preferendo l’area Usa, sottopesando leggermente l’Europa, ed incrementando sensibilmente il Giappone e l’area asiatica.
Confidando in una sempre più accentuata ripresa dei listini, i rendimenti potrebbero far lievitare in misura maggiore i risparmi, generando nuove risorse utili per realizzare il progetto d’acquisto.
Un’ulteriore spinta verso l’azionario si potrebbe avere aumentando i versamenti del pac di almeno 2/300 € al mese.
Ciò che rimane della capacità di risparmio dovrebbe a nostro giudizio essere indirizzata verso la parte previdenziale per mantenere in futuro un tenore di vita elevato come quello attuale.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...