IRAK LIBERATO COL CELLULARE

di

L'operatore di telefonia mobile che opera nelle regioni centrali dell'Irak, Iraqna, ha annunciato il lancio di carte prepagate così da rendere i servizi sempre più accessibili alla popolazione.

L’operatore di telefonia mobile che opera nelle regioni centrali dell’Irak, Iraqna, ha annunciato il lancio di carte prepagate così da rendere i servizi sempre più accessibili alla popolazione. Iraqna ha lanciato a gennaio la sua rete a Bagdad, ma questa era unicamente riservata a coloro che pagano un abbonamento con un deposito di 650 dollari. Una condizione che, di fatto ha reso il servizio inaccessibile alla maggior parte della popolazione al punto che si è corsi ai ripari.
La compagnia egiziana Orascom è l’azionista di maggioranza di Iraqna, una delle tre società autorizzate ad operare in Iraq insieme ad Asia Cell che copre il Nord del Paese e a Atheer Tel che invece opera al Sud.
Sotto il regime di Saddam Hussein i telefoni cellulari erano inesistenti alla luce delle sanzioni internazionali ma anche per la fobia degli ex dirigenti per questi strumenti di comunicazione di massa. Ecco perchè, ad eccezione del Nord curdo che sfuggiva al controllo di Saddam Hussein, nel Paese finora non è stata installata una rete Gsm che ora sta prendendo piede visto che le comunicazioni telefoniche terrestri sono stati pesantemente danneggiate con la guerra.

Visitate Cellulari.it

di Cellulari.it

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...