LA CALMA NASCONDE QUALCOSA?

di

Cosa si cela dietro l'apparente stasi delle borse?

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Dopo le feste pasquali, sui mercati finanziari non si sono registrati movimenti importanti, e si è assistito ad una fase laterale, caratterizzata da una complessiva debolezza degli indici.

Non sono mancati certo dati aziendali e macro alquanto interessanti, ma l’incertezza ha per il momento serpeggiato tra gli animi degli investitori.

Qualche vendita si è vista prevalentemente in Europa, dove i titoli tecnologici hanno tirato un po’ i freni sulla scia di cattive notizie dal fronte utili.

In ogni modo, in questo mare apparentemente piatto, si è forse creata una piccola perturbazione che potrebbe assumere i connotati di una vera e propria tempesta.

Il Fondo Monetario Internazionale nel suo consueto rapporto, ha espresso un outlook negativo per la crescita globale puntando l’indice contro gli Stati Uniti che, nonostante confortanti dati di ripresa sul Pil, sarebbero ancora vicini ad un rischio recessione estremamente disastroso se accadesse in questa specifica congiuntura.

Molti controbattono che un po’ di fiducia recuperata qua e la da risultati aziendali migliori del previsto, ed un nuovo intervento della Fed di riduzione tassi nella prossima riunione di maggio, riuscirebbero a ridare fiato al sistema, ma a nostro avviso una tale manovra a così poca distanza dalla precedente sarebbe estremamente deleteria e fungerebbe da ulteriore prova in seno alla “Reserve” stessa, dei timori economici.

E’ forse lecito quindi sperare che non vi siano a breve ulteriori tagli, ed auspicare che l’economia planetaria segua il suo ciclo naturale, tornando presto a premere l’acceleratore verso orizzonti migliori.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...