LIBERARSI DI UN CONTRATTO

di

Come si può chiedere la revoce di una proposta relativa a una assicurazione sulla vita? E cosa succede invece in caso di recesso? Istruzioni per l'uso.

566 0

Parecchi i dati congiunturali che in questa settimana giungono dagli States, così come importanti risultati trimestrali societari.
In discesa i prezzi alla produzione Usa e la stessa produzione industriale di giugno (- 0,3%), in calo pure le vendite al dettaglio (ribasso peggiore degli ultimi 16 mesi), in aumento le richieste alla disoccupazione di 40000 unità.
Un lieve peggioramento del quadro congiunturale che per adesso però non preoccupa gli esperti, anche se molti credono che si stia smorzando l’effetto degli incentivi non strutturali che Bush aveva preparato ad arte per sostenere con vigore la sua politica.
Dal fronte societario, dove cominciano ad uscire a raffica i risultati delle grandi aziende mondiali, segnaliamo i buoni dati di Apple che in sostanza triplica gli utili, e quelli deludenti di Nokia.
Il colosso della telefonia mobile annuncia un fatturato in calo ma soprattutto previsioni estremamente negative per il prossimo semestre
Il titolo in borsa ha perso moltissimo andando a toccare il minimo da sei anni a questa parte, ed ha trascinato con se gran parte dei tecnologici e telefonici di tutti i listini (sottolineiamo a Piazza Affari la pessima performance di Stm).
In generale, sul listino milanese, ancora male gli energetici per le continue tensioni sul prezzo del petrolio, vendite diffuse sul comparto bancario, e calo pericoloso per Alitalia dopo la sua iscrizione alla “lista nera” della Consob sulle società da monitorare mensilmente.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
LE DOMANDE DEI LETTORI
Cosa devo fare per revocare la proposta di un contratto di assicurazione sulla vita?
Innanzitutto occorre dire che la revoca della proposta fa si che il contratto non venga completato.
Il diritto di tale azione rimane in essere fino a che non si è venuti a conoscenza dell’accettazione della proposta da parte dell’impresa assicurativa.
Generalmente il contraente deve comunicare la revoca alla società di assicurazione tramite lettera raccomandata A.R., ed in ogni caso le modalità per effettuare detta richiesta sono specificate nella nota informativa del contratto stesso.
Ciò che si è pagato dovrà essere restituito entro 30 giorni dal ricevimento della revoca, salvo le spese effettivamente sostenute per l’emissione del contratto, a condizione che dall’inizio siano state individuate e quantificate nella proposta.
Se il rimborso avviene oltre i 30 giorni sono dovuti al contraente gli interessi di mora per il ritardato pagamento, calcolati al tasso di interesse legale in vigore al momento.
Diverso invece il discorso per il recesso.
Questo è possibile una volta ricevuta la conferma da parte dell’assicurazione che il contratto è concluso.
Anche in questo caso il contraente ha 30 giorni di tempo per effettuare la richiesta, la quale annullerà il contratto liberando di fatto le parti da qualsiasi vincolo derivante dallo stesso.
Come per la revoca, anche le modalità del recesso sono evidenziate nella nota informativa, e comunque pure in questa eventualità si dovrà provvedere ad inviare lettera raccomandata A.R. all’impresa di assicurazione.
Le somme rimborsate saranno al netto della parte relativa al periodo in cui il contratto ha prodotto i suoi effetti, e delle spese effettivamente sostenute per l’emissione dello stesso (purché preventivamente individuate e quantificate nel contratto).
Per i rimborsi oltre i 30 giorni vale la regola applicata per la revoca.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...