Questi cambiamenti per il momento riguardano solo Windows 10. Il consorzio Unicode, che è l’ente che sviluppa gli standard universali per le emoji, potrebbe decidere di estendere queste novità in senso globale.