OBBLIGAZIONI TRASPARENTI

di

Anche online l'elenco delle occasioni di investimento a basso rischio e basso rendimento, grazie al progetto "Patti chiari".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Anche la fotografia che l’Ocse fa della situazione economica mondiale evidenzia una ripresa a macchia di leopardo, con gli Stati Uniti e l’area asiatica a far da traino, mentre arranca non poco il Vecchio Continente.
Proprio per l’Europa arrivano pure avvertimenti a non allentare troppo il patto di stabilità che proprio in questi giorni vede pericolose minacce.
In Italia la crescita è ancor più debole, e l’unica nota positiva sembra essere il disavanzo che rimane contenuto.
L’Ocse avverte invece il nostro paese circa la necessità di avviare seriamente la riforma delle pensioni.
Per quanto riguarda le borse, la settimana viene archiviata senza particolari scossoni e con un clima decisamente tranquillo.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Anche l’importantissimo settore del risparmio è stato coinvolto nel processo di miglioramento avviato con “Patti Chiari”, attraverso le seguenti iniziative:
L’Elenco delle obbligazioni a basso rischio – basso rendimento e le Informazioni chiare sulle obbligazioni bancarie strutturate e subordinate.
Entrambi in partenza il 15/11/2003, si prefiggono lo scopo di rendere più trasparente il settore in cui probabilmente si sono avuti i problemi maggiori e le incomprensioni più deleterie in questi ultimi anni di rapporti banca/clienti.
Due nuovi strumenti a disposizione degli investitori che permettono di misurare il rischio degli investimenti e di avere su di essi informazioni chiare e di facile cognizione.
Con l’Elenco delle obbligazioni si vuole fornire una lista costantemente aggiornata di titoli a basso rischio/rendimento, adatti ai risparmiatori con poca esperienza o che non accettano un profilo pericoloso per i loro portafogli.
Un elenco quindi utile nella scelta dei propri investimenti e nel loro successivo monitoraggio, messo a disposizione gratuitamente presso gli sportelli delle banche e consultabile comodamente anche on-line.
Attraverso le Informazioni sulle obbligazioni bancarie strutturate e subordinate si vuole invece dare alla clientela una serie di indicazioni chiare e di semplice comprensione per chi investe in questo genere di titoli obbligazionari, spiegandone le principali caratteristiche e confrontandole con titoli di simile scadenza ma di basso rischio.
Certamente due grossi passi in avanti per spazzar via le nubi che adombravano spesso l’offerta di questi strumenti finanziari.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...