PATTI CHIARI IN BANCA

di

Il vostro consulente parla "arabo"? Ecco una iniziativa che vuole rendere comprensibile e trasparente quello che il vsotro istituto di credito fa per voi.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Settimana d’esordio per il nuovo presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, il quale ha subito dichiarato che per l’economia europea la ripresa è alle porte, e gia nel prossimo anno se ne dovrebbero vedere i positivi effetti.
Continuando invece la politica di Duisemberg ha inoltre affermato che il livello attuale dei tassi di interesse è appropriato, in quanto un euro forte consente tassi bassi.
Dall’altra parte dell’oceano anche Greenspan vede rosa sull’economia Usa, sottolineando che anche il mercato del lavoro potrebbe andare incontro ad una consistente ripresa.
I tassi invece non verranno toccati almeno fino a quando l’inflazione rimarrà bassa e la ripresa dell’occupazione non darà segnali più forti di crescita.
Per quanto concerne i mercati finanziari settimana sostanzialmente positiva.

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
LE DOMANDE DEI LETTORI
“Ho letto in un suo precedente articolo dell’iniziativa -Patti Chiari-, potrei avere maggiori informazioni al riguardo?”
Stefano di Bergamo.

“Patti Chiari” è un progetto promosso dall’Abi per rendere migliori i rapporti tra banca e clienti basandosi sui valori di chiarezza, comprensibilità e trasparenza, e che prevede 8 iniziative da realizzarsi a tappe nel periodo che va dal 15/10/2003 al 15/03/2004.
Tali iniziative faranno riferimento a 3 aree particolari e saranno così suddivise.
SERVIZI: Faro; Conti correnti a confronto; Servizi bancari di base e Disponibilità assegni.
CREDITO: Criteri generali di valutazione e Tempi medi di risposta.
RISPARMIO: Obbligazioni a basso rischio e Obbligazioni bancarie strutturate.
Per rendere ognuno di questi strumenti visibile e riconoscibile dagli utenti è stato creato il marchio “Patti Chiari”, che ne garantisce la totale affidabilità e permette l’identificazione delle banche che si sono impegnate nell’adesione a standard elevati (e certificati) di qualità nei rapporti con la clientela.
Ovviamente, data la vastità dell’argomento, analizzeremo le tre aree in maniera più specifica in ulteriori occasioni.
Per il momento ci limitiamo a dire che il progetto “Patti Chiari” si inserisce in un contesto di forte lotta tra istituti di credito ed associazioni dei consumatori per una serie di problematiche che va dai costi alla qualità del servizio, e che proprio per queste motivazioni riteniamo positivo al fine di gettare nuove basi e riscrivere regole più giuste nelle relazioni stesse tra banche e clienti.

di Sirio Belli

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...