TV E CELLULARI: I PIÙ AMATI

di

I media più graditi dai giovani sono tv, radio e cellulari, perché permettono di interagire in modo diretto, mentre Internet è percepito ancora come uno strumento difficile e...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Televisione, cellulare e radio sono i media più graditi dai giovani, perché comunicano o permettono di interagire in modo diretto, mentre Internet è percepito ancora da una fetta di popolazione giovanile come uno strumento difficile e respingente. Lo dice un rapporto del Censis/Ucsi. Fra i 14 e i 30 anni, il 90,7% degli italiani è utente “abituale” della televisione, il 90,4% del cellulare, il 71,1% della radio. Si scende invece sotto il 50% quando si considerano gli altri media: navigano abitualmente in Internet quasi quattro giovani su 10 (38,7%), il 48,4% ha letto almeno tre libri nell’ultimo anno, il 44% sfoglia un quotidiano almeno tre volte alla settimana. Si tratta, dice l’inchiesta del Censis, di numeri “tutti nettamente al di sopra di quelli rilevati per gli adulti, dai 31 anni in su, nelle precedenti indagini”. “I media più vicini all’esperienza giovanile sono generalmente quelli elettronici e quelli digitali, ma con qualche importante eccezione”.
La televisione è sentita vicina dal 59,3% dei giovani, e lontana dal 12,8%; il cellulare è vicino per il 52,3%, e lontano per l’11,3% (ma viene usato da oltre nove ragazzi su dieci); la radio vicina per una percentuale inferiore, il 24,8%, ma lontana soltanto per un esiguo 2,3%.
L’eccezione, nel set di media elettronici/digitali, è costituita da Internet perché ha contemporaneamente il più basso tasso di vicinanza (23,1%) e il più alto tasso di lontananza (30%). “Come a dire che, ancora una volta, le tecnologie connesse alla navigazione in rete spaccano quasi in due la popolazione giovanile, esattamente come spaccavano quasi in due la popolazione in generale. Internet divide, perché con la stessa forza che attrae una buona fetta di giovani ne respinge un’altra”, dice il rapporto.

Visitate Cellulari.it

di Cellulari.it

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...