MODA: SFILA LA "UOMA"

di

Maschietti e femminucce uniti da un solo modello: la Butcher. Cattiva, nemica giurata del buon gusto, scurrile e antipatica, ha conquistato tutte le passerelle. E suggerisce il look...

986 0

Uomo o donna? Elegante o di cattivo gusto?

Antichi che non siete altro a pensare ancora in termini di maschile e femminile o di bello e brutto, preparatevi a tremare perché lei sta arrivando.

Chi?

La Butcher.

Al mattino si sveglia sempre arrabbiata. Anzi – come direbbe lei – incazzatissima. Non fa colazione e si infila subito una sigaretta tra le labbra tumefatte, atteggiandole fin dal risveglio a broncio da attaccabrighe tenebrosa. Poi si sfrega i capelli con violenza per aumentare il look "out of bed" del suo taglio rasato alla maschiaccio. Niente trucco, stiamo scherzando: solo un po’ sugli occhi per enfatizzare le occhiaie e un velo di lip-gloss sulle labbra per farle somigliare a scivolose meduse del tipo "chi mi bacia muore".

Poi i vestiti – o così si fa per dire. Innanzitutto gli stivali, anche il 25 di agosto, alti fino al ginocchio e rigorosamente di cuoio modello motociclista Harley-Davidson.

T-shirt sgualcite senza le maniche, borchiate, strappate e poi tenute insieme con spille, stampate con logos di gruppi rock dai nomi impronunciabili e dalla musica decisamente discutibile . Grandi pantaloni stile cargo-camionista con tasconi e cerniere da esploratore ai confini della realtà, però di raso. Giacche e giacconi over-size con il ritorno – non richiesto – delle aborrite spalline da guerriera di quel medioevo del gusto che sono stati gli anni ottanta. Lacci e cinturoni da gladiatrice senza fossa dei leoni ma con la voglia di fare la battaglia a tutti, soprattutto a quell’antipatico del buon gusto.

Si aggira con un diavolo per capello bevendo birra, rispondendo scurrilmente a tutti e tirando tardi che non si sa mai che domani si svegli con la pelle riposata e un aspetto civile.

E’ lei l’eroina della prossima estate, la donna celebrata sulle passerelle e dentro le vetrine di molti stilisti o sulle pagine patinate delle riviste di moda di mezzo mondo.

Lei. La Butcher, termine semi dispregiativo che significa macellaio e viene usato in alternativa a "Dike" per descrivere il look camionista cavernicolo di una certa falange – armata – di lesbiche.

Avete presenti i pre-adolescenti né maschi né femmine che devono ancora cambiare la voce o a cui non sono ancora spuntati i seni o i baffi?

Bene, pensatele negli anni ottanta, mettete un tatuaggio qua e uno là, fatele un po’ anoressiche ma leggermente muscolose, aggiungete un tocco di punk-rock stile Cure ma anche un po’ Prince e otterrete, mescendo opportunamente, il prototipo del trend di questa estate: la Butcher.

L’hanno fatta andare in passerella Jean Paul Gaultier e Gucci e, sebbene un po’ più Madonna-like, anche Dolce&Gabbana: motociclista rabbiosa che butta birra per tenere lontano gli spasimanti; punk-lady camionista fasciata di raso oppure rocchettara borchiata e griffata con jeans e t-shirt a stampe Luisa Veronica Ciccone all-over.

E anche le modelle – sempre up to date – si sono adeguate.

Così il trionfo di Gisele, l’ultima modella che ha riportato sulla passerella il seno prosperoso e il fianco rotondo, è stato scalzato dalle nuove butchers: Hannelore (nella foto accanto), Stella (foto sopra) e soprattutto Eleonora.

Eleonora Bosè (nella foto sotto), per l’esattezza, 22enne nipote dell’illustre Lucia e Miguel Dominguin, il famoso torero. Un metro e ottanta per un peso sicuramente inferiore al dovuto, due cosce tornite da centometrista chic, sguardo altero perennemente scocciato, look alla David Bowie sul finire dei ’70 e taglio alla maschietta con ciuffo-sberla sulla fronte. Se la sono strappata dalle mani tutti gli stilisti alle ultime collezioni, tanto che persino l’imperatore del lady-like Valentino le ha dedicato una sfilata.

Ma il fenomeno butcher non riguarda solo le donne.

Leggi   Misunderstood, la nuova collezione di Bershka by Fedez

Anche voi maschietti, state attenti: non solo alle Butchers, che mordono come cani senza guinzaglio; state attenti a fare tutto il possibile per assomigliarle: questa estate, infatti, prima delle ferie, prima di agosto, dei mari e dei monti, degli aerei e dei treni, vedete bene di mandare in vacanza fin da subito quell’indesiderato del buon gusto. Perché alla Butcher e ai suoi amici proprio non gli piace.

Essere alla moda, infatti, sarà relativamente facile. Basta seguire il seguente imperativo: hai presente l’eleganza? Bene, fai tutto il contrario.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...