Torna a Rho il Salone del Mobile all’insegna dell’innovazione

di

Al via la 52a edizione della kermesse 'monstre' dedicata al design con 2650 espositori su un'area di più di 200.000 mq. E al Toilet Club spunta la serata...

3950 0

“Innovazione” è la parola passepartout del 52esimo Salone Internazionale del Mobile, in programma da oggi a domenica prossima presso il Quartiere Fieristico di Rho progettato da Massimiliano Fuksas. “A Milano e solo a Milano si dettano le tendenze!” recita con tono assertivo il comunicato di lancio di quest’edizione che punta sulla centralità del capoluogo lombardo anche nello slogan scelto: “A Milano, il mondo che abiteremo”. Come di consueto, le cifre della manifestazione, una delle più importanti al mondo nell’ambito del design, organizzata dalla Cosmit, sono davvero ‘monstre’: 2650 espositori per più di 200.000 metri quadri di spazio espositivo, 300.000 visitatori attesi da 160 Paesi diversi, le tradizionali sezioni corollario a rinfoltire proposte per ogni esigenza: il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, le biennali EuroLuce e SaloneUfficio affiancate al SaloneSatellite, destinato ai designers under 35 (circa 700 gli esordienti attesi) e giunto alla sedicesima edizione dedicata al tema “Design e artigianato: insieme per l’industria”. L’ingresso è riservato agli operatori del settore ma sabato e domenica le porte sono aperte al pubblico.

“La chiave del nostro successo – spiega Claudio Luti, Presidente di Cosmit – è rendere il Salone il luogo per eccellenza dell’innovazione. Per mantenere la leadership la nostra manifestazione dovrà continuare a essere sinonimo di novità e vetrina di assolute anteprime. Presentare prodotti nuovi, infatti, non solo può emozionare il pubblico, ma anche motivare la forza vendita”.

Tra gli eventi di quest’anno, “Progetto: ufficio da abitare”, una sorta di lectio magistralis in cui l’architetto francese Jean Nouvel, premio Pritzker nel 2008, proporrà diversi scenari attraverso i quali svilupperà i principali temi della sua visione dello spazio di lavoro. Si parlerà anche di convivialità, godibilità e apertura degli uffici verso l’interno come verso l’esterno, in contrapposizione agli spazi chiusi e alla ripetitività rituale che spesso contraddistingue l’ambiente dell’ufficio. Altro appuntamento top l’evento “Food & Design” di Rcs, in partnerariato con AtCasa.it e Casamica, a conferma di un altro trend, l’accostamento-confronto fra cibo e design: si potranno visitare i migliori kitchen store di Milano e assaporare piccoli piatti firmati da noti chef in show cooking aperti al pubblico.

Ma una delle caratteristiche principali del Salone del Mobile è la sua compenetrazione simbiotica con l’intera città di Milano che viene coinvolta nel FuoriSalone direttamente con mostre, inaugurazioni, cocktail (un migliaio di invitati per l’inaugurazione odierna a Palazzo Marino col sindaco Pisapia), feste (le più gettonate fra via Tortona e via Ventura) e i musei civici gratuiti per tutta la durata della manifestazione. Il Quartiere di Brera è già da qualche giorno addobbato a festa con migliaia di bandierine rosse su cui campeggia la scritta “Brera Design District”. La “disgregazione dell’oggetto” è invece il tema cardine delle installazioni presso il MOST, ossia il Museo della Scienza e della Tecnologia dove il vulcanico Tom Dixon presenterà la sua nuova collaborazione con Adidas consistente in un set di due valigie multistrato, una morbida e una rigida, con un kit completo di abiti unisex per un soggiorno di una settimana. È inoltre stata annunciata la presenza di Karl Lagerfeld presso il negozio Cassina di cui è fedele cliente.

Una curiosa serata-parodia a tema queer è infine prevista venerdì 12 aprile al Toilet Club dove il queer party “Cool Kids Don’t Die” s’intitolerà “Il Salone del Nobile” e il pubblico è invitato a travestirsi da celebrità aristocratica in trasferta per la manifestazione milanese.

Leggi   Politecnico di Milano, approvato doppio libretto per studenti trans
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...