VIAGGIARE NEL LUSSO

di

Siete disposti a spendere più di 600.000 euro per una limousine? Per le metà potrete avere una sportiva di lusso, altrimenti c’è anche una moto da 100.000 euro....

954 0

Magari non saranno alla portata del portafogli di tutti, ma non c’è appassionato che non possa sognare di mettersi alla guida di un veicolo di lusso e fare la figura del nababbo anche con lo stipendio di un operaio. Si tratta di sogni, ma per qualcuno possono diventare realtà: basta avere parecchie decine di migliaia di euro da lasciare in una concessionaria e godersi i mille comfort offerti da una vettura di superlusso. Il mercato ne sforna di sempre più sofisticate, anche perché ormai persino le “normali” berline sono equipaggiate da una quantità di optional un tempo riservati esclusivamente alle fasce più alte: oggi un’auto con il cruscotto in radica non fa notizia, il navigatore satellitare va anche sulle utilitarie e un sedile ergonomico con rivestimento in pelle lo si ottiene con poche centinaia di euro in più.

Allora se lusso deve essere, che sia sfrenato. Così ragionano le case produttrici di automobili destinate a pochi eletti. Prendete la Maybach, che realizza da sempre vetture che proprietario non guiderà mai: sono pensate, infatti, per chi va in giro con l’autista e tutte le comodità sono collocate in prossimità dei sedili posteriori. Non a caso l’ultimo modello, la “62 S”, è stato presentato all’Auto China 2006 di Pechino, cioè in un contesto in cui i nuovi ricchi orientali possono trovare i mezzi per ostentare il loro benessere. C’è da immaginarselo il nuovo manager cinese sdraiato sui sedili in pelle reclinabili, con poggiapiedi e rifiniture a mano della Maybach 62 S, magari con la segretaria imbambolata ad osservare la atmosfera di eleganza data dalla combinazione di elementi in “nero pianoforte” e fibra di carbonio. Naturalmente la 62 S vanta anche alcune prestazioni meccaniche di grande pregio, tanto da poter essere definita “la limousine con autista di serie più potente al mondo”: ma probabilmente non è il fatto che con i suoi 612 cavalli riesce a passare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi la caratteristica che la rende unica… Semmai sarà il prezzo, che si aggira intorno ai 600.000 euro!

Bastano invece “solo” 110.000 euro per possedere la nuova Porsche Cayenne Turbo, in concessionaria a partire da febbraio 2007, completamente rinnovata. In questo caso parliamo di un SUV, cioè di una di quelle vetture che dovrebbero essere sfavorite dalla prossima finanziaria, ma sicuramente chi è disposto a spendere così tanto per una vettura non si preoccupa di dover sborsare qualche decina di euro in più per il bollo. L’attenzione dei compratori della Cayenne si concentra in genere sulle prestazioni eccellenti: la “Turbo”, secondo il costruttore, raggiunge i 275 chilometri orari grazie alla potenza di 500 cavalli aumentata di 50 rispetto alla versione precedente, e passa da 0 a 100 km/h in soli 5,1 secondi. Ottima anche la tenuta di strada e la stabilità, controllata con sistemi ad alta tecnologia.

Dalla SUV a un grande classico delle vetture sportive…

continua in seconda pagina^d

Dalla SUV a un grande classico delle vetture sportive: l’ultima nata in casa Brabus è presentata come la berlina più veloce al mondo. Si chiama Rocket, nasce dalla base della Mercedes CLS e raggiunge addirittura i 360 km/h. Nessuno mette in dubbio il fascino della linea di questo modello di extra-lusso, i suoi interni curati, i vantaggi che derivano dai mille optional ad alta tecnologia, ma chi sceglie una Brabus lo fa quasi sempre perché vuole godere dell’emozione che dà avere sotto il cofano un mostro da 6300 cc capace di sviluppare 730 cavalli, e del brivido che può dare arrivare da fermi a sfrecciare a 100 km/h in soli quattro secondi. Ma certe emozioni, si sa, si pagano e se proprio volete crogiolarvi con la meccanica invidiabile di questo gioiellino vi toccherà staccare un assegno da circa 348.000 euro. Neanche troppo se si considera che, oltre alle prestazioni da primato, il confort è da berlina di lusso.

Restando in tema di sportive, se resistete fino alla prossima primavera potrete farvi ammirare alla guida della nuova Aston Martin “V8 Vantage Roadster”, tanto elegante da far pensare ai divi del cinema che vagano sulle strade intorno a Hollywood. La capote in tela dà quel tocco di vintage che addolcisce le linee dall’aria un po’ aggressiva; per aprire e chiudere la capote bastano 18 secondi, ma il comando è attivabile solo se si viaggia a una velocità inferiore ai 50 km/h. Se invece siete su una strada sgombra, la Roadster teoricamente può raggiungere anche i 280 di velocità: sotto il cofano ruggisce infatti un motore rifinito a mano capace di passare da 0 a 100 in 5 secondi netti. E per avere tutto questo quanto bisogna sborsare? Non è ancora dato saperlo, ma visto che i modelli precedenti si aggirano intorno ai 300.000 euro, per l’ultima nata ce ne vorranno almeno 50.000 in più.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...