CARMEN, LA NUOVA MUSA

di

La Consoli, icona gay del terzo millennio. Ritratto, e progetti futuri, dell'amatissima cantante catanese.

778 0

E’ lei la nuova musa gay, con ogni probailità. Forse destinata, nel nuovo millennio, a soppiantare Patty Pravo nelle preferenze dei gay più ‘radicali’ e ribelli. Intanto, Carmen Consoli ha trionfalmente concluso il 30 dicembre al Teatro Bellini di Catania il tour musicale che ha confermato il suo meritato successo: la dinamica cantante siciliana, in ogni suo mutamento, ha saputo conquistare sempre di più il cuore del pubblico italiano.

Dalla sua prima comparsa a Sanremo nel 1996, a cui sono seguiti gli album Due Parole, Confusa e Felice nel 1997 e Mediamente Isterica nel 1998, Carmen ha mantenuto quella spontaneità e quella carica espressiva rivestita di una fragilità tutta femminile che la contraddistingue, un modo diretto di guardare e dire le cose che, come la sua voce particolare, o si ama o si odia. A Sanremo 2000 però ci si presenta una Carmen tutta nuova, smessi i panni di rockettara, con un taglio di capelli radicale, un vestire elegante e un po’ retrò e una canzone In bianco e nero che guarda al proprio passato e alle proprie radici per rivalutare il presente. Uno stile che caratterizza musicalmente tutto l’ultimo album Stato di necessità, "Ad un certo punto sembrava stessi impersonando un personaggio, quello dell’artista che fa sempre e solo rock, quindi ho cercato di cambiare.

Mi sono accorta di aver raggiunto il limite con Mediamente isterica e ho voluto imprimere nuove sonorità al nuovo album" nuove sonorità che recuperano molto dalle musicalità popolari e mediterranee, e con la presenza, assolutamente nuova per Carmen, di un’orchestra corposa e raffinata. Dodici canzoni per dodici stati d’animo, per lo più proiettati verso la necessità di cambiare, comprendendo e vivendo intensamente un presente e un passato presentati senza veli, così come sono, in un modo a volte non immediato ma sempre efficace.

Comincia così l’estate della "cantantessa", 50 date per un tour che tocca ogni angolo d’Italia con un concerto che unisce la batteria con l’orchestra. Ma non finisce qui, l’instancabile Carmen passa alla versione acustica fissando 20 date per un tour nei teatri, "Ho scelto la dimensione teatrale per mettere in luce la mia parte più intima. Davanti a 700 persone mi posso concentrare, dare importanza ai silenzi, creare un’atmosfera soft con la chitarra acustica, il violino, il violoncello e il contrabbasso."

Anche se Carmen Consoli ha già pronti dei nuovi brani il successo di Stato di Necessità durerà ancora a lungo, è in arrivo un nuovo singolo "L’ultimo bacio" che darà titolo e colonna sonora a un nuovo film di Gabriele Muccino, già regista di "Come te nessuno mai" in cui la cantante farà anche una breve comparsa come attrice.

Progetti per il 2001? "Il tour acustico nei teatri, per rivelare il lato melodico delle mie canzoni. E poi la Francia dove uscirà il mio album".

Carmen in concerto

di Luca Mistrello

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...