Fino all’anima di Silvia

di

Esce il primo album di Silvia Olari, la pianista di Amici che confessa: "Il vincitore per me era Valerio, non Alessandra!". A breve anche un tour estivo in...

2516 0

Mai come quest’anno la scuola di Amici ha sfornato talenti musicali di cui si è accorta anche la discografia italiana. Ben sei sono gli alunni che hanno avuto al possibilità di produrre la loro opera prima in cd: Alessandra Amoroso e Mario Nunziante (di cui ci siamo già occupati), Martina Stavolo, Valerio Scanu, Luca Napolitano e – last but not least – Silvia Olari.

Nel primo album della pianista di Amici, che si intitola “Silvia Olari”, sono riproposte “Wise Girl” e “Raccontami Di Te” presentate durante il programma, con altri cinque nuovi brani, tra i quali il singolo di lancio “Fino All’Anima”, scritto da Nek. Il cd, prodotto da Luca Jurman, coinvolto sia come arrangiatore che come musicista al pianoforte, mostra il talento innato della giovane e simpatica cantante che siamo andati volentieri a incontrare negli studi della Warner.

Silvia, sei molto più carina dal vivo che in tv!Grazie, non sei il primo che me lo dice.

Hai già alle spalle una discreta carriera musicale, com’è che hai deciso di partecipare ad Amici?

Carriera è una parola un po’ grossa, nel mio piccolo avevo già un po’ di esperienza prima di arrivare ad Amici, avevo partecipato a varie manifestazioni, ho iniziato a studiare da piccola canto e pianoforte. Una volta compiuti diciotto anni ho deciso di mettermi in gioco ulteriormente con una cosa diversa. In fondo è un’occasione per farsi conoscere, dà tanta visibilità e molti vantaggi ed è anche una buona scuola. Il primo anno ho superato i provini, sono arrivata alla prima puntata, ma non ce l’ho fatta ad entrare. L’anno dopo quando sono ricominciati i casting, seppur un po’ scettica mi son detta riproviamoci, e ho fatto bene!

Discograficamente parlando, quest’anno è andata molto meglio!

Infatti, l’anno scorso solo Marco Carta e Roberta avevano fatto un disco. Quest’anno siamo in sei. È vero che c’è tanta concorrenza però è una bella soddisfazione e una grande cosa per dei cantanti così giovani come noi.

Ti è dispiaciuto non essere arrivata in finale?

Eh be’, se non lo dicessi sarei la persona più bugiarda del mondo. E chi mi conosce sa quanto io sia sincera! Avrei voluto arrivarci, anche se sapevo di non vincere, c’erano persone molto più forti di me dal punto di vista del televoto.

Senza peli sulla lingua, un pensiero sui finalisti?

Il mio vincitore era Valerio, con cui sono sempre andata d’accordo ed è un cantante bravissimo. Anche Luca Napolitano lo avrei visto bene tra i vincitori. Al contrario di Alessandra, proprio per un fatto personale, non siamo mai andate d’accordo e lei ha avuto dei comportamenti pesanti nei miei confronti, per i quali ho sofferto molto. Quanto al canto però è bravissima e le auguro il meglio. Alice, l’unica ballerina, direi molto carina e solare.

Il tuo rapporto con Martina?

All’inizio è stata molto considerata, ha vinto l’inedito ecc. Questo dovuto anche a un periodo mio di crisi. Lei ha inaugurato le ostilità con me, in modo poco carino. Essendo una trascinatrice poi ha contagiato anche altri, ma non tutti. Poi al serale le cose sono cambiate e il pubblico mi ha sempre premiata negli scontri con lei.

Leggi   Alessandro D'Amico: "Mai più senza Alex Migliorini!"

I tanto chiacchierati metodi Jurman?

Dici la benda? Io quella non l’ho mai messa, non ce n’è stato bisogno. Dipende, magari alcune cose servono a qualcuno, ad altri no. A me il massimo che ha fatto fare è stato cantare in ginocchio, ma questo per fare un esercizio con la respirazione.

A posteriori: Amici o X Factor?

Avevo fatto i provini per X Factor, dopo il primo tentativo ad Amici, ma ero stata scartata. Non riesco a mettere a confronto le due cose, sono molto diversi. È vero che ad Amici ci sono le polemiche, il chiacchiericcio, le litigate ecc. del resto è un programma che ha una storia di otto anni, agli inizi non era così. Bisogna vedere come sarà X Factor tra un po’ di edizioni. Quello che accade ad Amici, i nostri crolli psicologici, gli scontri tra insegnanti, è tutto vero. Facendoti vedere proprio la scuola, le lezioni, le difficoltà, è normale che emergano certi aspetti.

I tuoi preferiti di X Factor?

Noemi e il gran talento di Jury che avrei voluto come vincitore. I Bastard erano geniali, pur non rientrando nel mio genere. Quest’anno sia ad Amici che a X Factor il livello era molto alto.

Hai partecipato già all’Accademia di Sanremo… il Festival?

L’ho fatta quando avevo quattordici anni. Il festival è un grande sogno.

Marco Carta?

Quando era ad Amici non mi faceva impazzire. Poi l’ho risentito al primo disco, prima del festival, e poi a Sanremo e mi sono detta: cavoli, è migliorato il ragazzo! Infatti sta ancora sulla cresta dell’onda e non posso che fargli i miei complimenti. Poi l’ho conosciuto, è una persona spontanea e alla mano.

Karima?

Lei è bravissima. Ho seguito Amici quando c’era lei e mi ricordo di quanto pianse per non avere vinto la finale, se lo meritava davvero. Ma dopo due anni eccola a Sanremo, con Bacharach e Mario Biondi. Federico Angelucci invece è sparito. Brava Karima!

Tu sei di Parma, come Platinette.

In realtà io sono di Fornovo, in provincia. Platinette all’inizio mi aveva preso un po’ all’ingiù, mi credeva una presuntuosa. Poi si è ricreduta, alle ultime puntate mi ha sempre difeso a spada tratta, andando anche in accordo con Jurman, cosa che non capita quasi mai. L’ho conosciuta anche nelle vesti di Mauro Coruzzi, è un gran personaggio, una persona davvero intelligente.

Mai stata in locali gay?

No, mai stata.

La carriera va bene e il lato sentimentale? Sei single, fidanzata?

È normale che sia difficile portare avanti la vita privata quando si esce da un programma che ti dà così tanta visibilità. Adesso sono single, ma non è detto che non ci sia già qualche conoscenza o… insomma l’estate è la stagione degli amori, vedremo. Ma il mio primo amore è la musica.

Cosa pensi dei matrimoni gay?Non ho nulla in contrario. Se due persone omosessuali si amano non vedo perché non possano avere gli stessi diritti di un uomo e una donna.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...