GAISSIMI ANNI OTTANTA

di

A Firenze un mese di eventi, e Grace Jones in concerto

1113 0

Una grande mostra, ma anche un concerto di Grace Jones in data unica europea, un manifesto realizzato appositamente da Tanino Liberatore e una girandola di appuntamenti, incontri, eventi per celebrare gli anni Ottanta che videro Firenze culla delal cultura alternativa. Ci saranno Ivan Cattaneo, Garbo, i Krisma, dj, graphc designer, artisti e attori. Tutto questo e molto altro ancora per "Un Week End Postmoderno" – Firenze e il Tenax negli Anni ’80, la rassegna organizzata a Firenze dal club Tenax in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze in occasione del ventesimo compleanno del locale.

"Un Week End Postmoderno" rende omaggio ai protagonisti di quel formidabile periodo che furono gli anni ’80: artisti, band, Dj, compagnie teatrali, graphic-designer… E all’indimenticato Pier Vittorio Tondelli, che meglio di chiunque altro ha descritto fermenti e umori della Firenze ’80 e al quale tutta la rassegna è dedicata. Si comincia domenica 10 febbraio 2002 alla Stazione Leopolda di viale Fratelli Rosselli con una giornata ricca di iniziative: vediamole una per una.

LA MOSTRA – Alle ore 19 inaugura la mostra che prende il titolo da uno dei più celebri libri di Pier Vittorio Tondelli, "Un Week End Postmoderno", dedicata a Tenax e Firenze negli anni ’80 (dal 10 al 19 febbraio prossimi alla Stazione Leopolda, in viale Fratelli Rosselli a Firenze – orario 10-19 – ingresso gratuito). L’esposizione è un percorso preciso e rigoroso del "Rinascimento delle culture giovanili" a Firenze: durante quegli anni la città fu un’enorme passerella di eventi, concerti, performances, reading, sfilate, appuntamenti e incontri, che la collocarono al ruolo di capitale delle culture alternative. La mostra si articola in diversi settori: dalle etichette indipendenti al nightclubbing, dalle band sonore al teatro spettacolare, dalle nuove editorie ai designer di moda. All’interno della Stazione Leopolda è allestita anche un’area video dove vengono proiettati concerti, clip ed immagini degli anni ’80 a Firenze.

IL CATALOGO – Il catalogo della mostra è un oggetto "cult" comprendente scritti, testimonianze, cronache rock, play list di Dee-Jay e conduttori radiofonici della Firenze anni ’80. Ampio spazio quindi alle immagini, alle foto, alla documentazione di intrattenimento notturno, alle fanzine, agli articoli e alla ricca discografia fiorentina di quel periodo. Nel book sono ripercorsi gli eventi di spettacolo più importanti del decennio: molto costume giovanile, le voci dei protagonisti, un oggetto indimenticabile. Il graphic design è a cura di zOne progetti.

GRACE JONES – Sarà il concerto di Grace Jones, di domenica 10 febbraio 2002 alla Stazione Leopolda in viale Fratelli Rosselli (ore 21,30 – ingresso 50.000 lire – prevendite circuito Box Office) l’evento nell’evento. "Grace is perfect!", così diceva Andy Warhol, e nessuno oserebbe smentirlo: modella, attrice, cantante, un animale da palcoscenico, Grace Jones viene ricordata per una serie di brani che hanno fatto la storia della muscia degli anni ’80, da "La vie en Rose" a cover dei Pretenders "Private Life", cover dei Pretenders, fino all’album "Nightclubbing" (1981), in cui ci sono brani scritti da David Bowie, Iggy Pop e Sting. La metà degli anni ottanta è il momento d’oro che la vede protagonista: nel 1984 è nel cast di "Conan il distruttore" a fianco di Arnold Schwarzenegger. L’anno dopo recita accanto a Roger Moore nel film su James Bond "View To A Kill". Nella musica, arriva il grande successo di "Slave To The Rhythm". E’ proprio durante quel periodo che si inizia a parlare di Aids, una malattia che uccide molti suoi amici. Grace Jones rimane molto colpita e dopo un momento di confusione di dolore, decide di dedicarsi alla raccolta di fondi contro l’Aids e organizza diversi concerti di beneficenza. Oggi, Grace Jones, amatissima dai gay per la sua ambiguità e per le sue esibizioni eccessive e colorate sul palco, è una madre di famiglia molto premurosa. Ma ogni tanto si ricorda del suo mestiere e partecipa a festival musicali.

Leggi   Freddie Mercury: 26 anni fa la scomparsa del frontman dei Queen

IMMAGINE – "Un Week End Postmoderno" ha una propria immagine, una illustrazione originale realizzata da Tanino Liberatore appositamente per l’occasione. Liberatore è tra i più apprezzati e originali disegnatori italiani in attività. Un artista che proprio negli anni ’80 ha conquistato l’attenzione del grande pubblico, grazie a uno stile aggressivo e futuribile. Popolarissimo in Francia, dove vive da anni e dove si è ben presto imposto sulle pagine dell’"Echo des Savanes" come uno degli autori più interessanti della sua generazione, Liberatore ha anche realizzato numerose storie brevi senza personaggi fissi, spesso caratterizzate da una notevole carica erotica oltre che da abbondanti dosi di violenza.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...