MAGICA ELISA!

di

Fabio Canino ha assistito per noi a un insolito concerto della vincitrice di Sanremo, insieme con dj Spacer e i 26 musicisti classici di The Orchestra. Risultato: un...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


La manifestazione Estate Romana 2001 devo dire che mette a segno un colpo dopo l’altro. L’ultimo, in ordine di tempo, è quello che ha visto, presso la rassegna Fontanone Estate al Gianicolo (Roma), la presentazione di un evento unico in Italia, ovvero Elisa and The Orchestra featuring DJ Spacer. "The Orchestra" non è la traduzione in inglese, tanto per darsi un tono, di orchestra, ma è il nome con cui si presenta un’orchestra classica di ventisei elementi diretta da Andrei Skeet.

Per la verità il repertorio che fanno è un misto di musica classica rivisitata in chiave jazz, acid jazz con sonorità che ricordano molto alcune colonne sonore anni ’50 e’60 (tipo 007, per intendersi…). Se a questo ci aggiungete un Dj tra i più interessanti del panorama britannico come dj Spacer, capace di sovrapporre l’elettronica a solenni interventi orchestrali e jazz, e la meravigliosa voce di Elisa ecco che la serata si può definire magica. Elisa è bravissima! Un talento eccezionale! Una delle poche artiste di casa nostra che ha un autentica vocazione ad aprirsi ad esperienze musicali e vocali che esulano dai percorsi per la quale è più conosciuta.

Durante lo spettacolo sono stati presentati brani classici e jazz, brani dello stesso Spacer (alias Luke Gordon, della scuderia PussyFoot, tre album all’attivo, l’ultimo dei quali "the Beamer" uscito in febbraio e portato in tour in Italia di recente).

Ma soprattutto ha colpito Elisa. Misurata e bravissima è riuscita benissimo ad integrarsi in questo mix di generi, contaminazioni musicali che raramente si vedono in Italia, ma che invece oltremanica sono oramai una realtà. Un insieme musicale composto da maestri d’orchestra giovanissimi, che quasi ballavano mentre suonavano, che avevano (piccolo vezzo…), uomini e donne, i capelli pieni di un gel con brillantini…. molto lontani dall’immagine che abbiamo noi dei maestri d’orchestra inamidati e serissimi.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...