Nek: «Sui gay non la penso come Povia»

di

Il cantante prende le distanze dal suo collega: "Non credo che si debba guarire dall'essere gay". Arcigay: "Bravo Nek!, gli altri cantanti prendano esempio".

2478 0

Nek prende "Un’altra direzione". Citando il titolo del suo prossimo album, il cantautore emiliano prende le distanze dalle posizioni espresse dal collega Povia con la canzone che presenterà a Sanremo.

Nek ha dichiarato: «Non voglio entrare nel merito della creatività di Povia. Ma sui gay non la penso così. Mi sembra un’affermazone un po’ forte, quella di cui si parla. Non credo che si debba guarire dall’essere gay. Ho molti amici gay che si sentono così dalla nascita».

«Bravo Nek!» ha scritto Arcigay. «Riteniamo importante che molti personaggi della musica italiana affermino con semplicità che l’omosessualità è un’orientamento sessuale naturale come ogni altro. Dopo Niccolò Agliardi e Iva Zanicchi, fa piacere sentire un altro cantore degli amori in musica essere portavoce della felicità di tutte le persone, aldilà del proprio orientamento sessuale.»

«Invitiamo tutti gli altri cantanti, etero, lesbiche, gay, bisessuali o velate, a seguire l’esempio di Nek e ad affermare la dignità dei nostri amori.»

 

Leggi   Gianna Nannini: "Sposo Carla a Londra, lo faccio per diritti di mia figlia Penelope"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...