PRIMAVERA IN MUSICA

di

Aria nuova nei negozi di dischi: Patty Pravo, Milva, Giuni Russo, Nada, Paola & Chiara, Subsonica e Renato Zero. Prince, Janet Jackson e il ritorno dei Take That...

1796 0

Veramente tante le novità sbocciate tra gli scaffali dei negozi di dischi in questo periodo. Cominciamo dalle icone – o pseudo-tali. Prima su tutte Patty Pravo, ancora una volta sperimentale che non si culla su facili soluzioni artistiche con il suo “Nic Unic“, nuovo lavoro d’inediti al quale segue un tour per le maggiori città italiane dalla fine di aprile agli inizi di giugno.

La rossa Milva torna a pubblicare in Italia un cd di brani inediti dopo oltre 10 anni. E lo fa con una scelta originale. L’occasione è, infatti, quella di un incontro con le liriche di Alda Merini, la poetessa milanese che, dopo anni di oblio conseguenti al suo internamento in manicomio, ha saputo trasformare il suo drammatico vissuto in versi limpidi e visionari che le sono valsi numerosi riconoscimenti. “Milva canta Merini“, questo è il titolo, si avvale della presenza di Giovanni Nuti, compositore e cantautore di grande talento, che firma tutti i brani dell’album.

Un cd ed un dvd imperdibili per Giuni Russo. La cantante interpreta la colonna sonora di un vecchio film muto restaurato: “Napoli che canta” del 1926, diretto da Roberto Leone Roberti, padre di Sergio Leone. Un ritrovato documento su Napoli, scomparso misteriosamente, probabilmente perché non decantava la forza del regime fascista, ma mostrava, oltre a splendide viste della città e a ritratti della vita dell’epoca, anche la miseria di chi per cercare una vita migliore era costretto ad emigrare. Giuni canta le canzoni della tradizione musicale napoletana, alcune già inserite nelle didascalie originali del film, altre scelte da lei personalmente. Straordinario è il brano che ha composto la stessa cantante su testo di Totò: «Durante il lavoro-studio ho avuto un altro momento difficile per la mia salute – racconta – nonostante ciò leggevo per esercitarmi nella lingua napoletana. Mi regalarono un libro di poesie d’amore di Totò, e mentre leggevo “A’ cchiù bella“, invece di leggerla ho iniziato a cantarla». Nel dvd, oltre alla colonna sonora si trovano il film ed il mini concerto avvenuto dopo la proiezione, lo scorso ottobre, in occasione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.

Tutto l’amore che mi manca” – preceduto dal singolo “Senza un Perché” – è il nuovo album di Nada, autrice di testi e musica, prodotto da John Parish nei negozi dal 30 aprile. Inaspettata e ricca di soddisfazione per l’artista toscana la collaborazione con Parish, già produttore di P.J. Harvey e Tracy Chapman, che ha apportato e reso possibile un ulteriore elemento di novità nel percorso artistico di Nada: la registrazione dell’album in presa diretta, voce e strumenti, senza alcuna sovraincisione. Chitarre elettriche, voce senza filtro e un modo di cantare ruvido e essenziale sono gli ingredienti di questo cd.

Blu” è il titolo del singolo che segna l’atteso ritorno di Paola & Chiara anticipando l’uscita del nuovissimo album, il quinto per le sorelline milanesi, disponibile dal 14 maggio. Renato Zero in occasione del tour negli stadi ha ripubblicato l’album Cattura con una veste diversa, includendovi la traccia video del nuovo singolo “Come mi Vorresti”. Sul fronte più alternativo sono usciti due interessanti lavori, entrambi legati al pianeta Subsonica. “A/R Andata + Ritorno“, colonna sonora dell’omonimo film di Marco Ponti, dei Motel Connection – gruppo in cui milita il mitico Samuel – che per questo secondo lavoro si sono avvalsi della collaborazione anche di altri artisti (Afterhours, Verdena ed altri elementi dei Subsonica). Boosta, il tastierista dei Subsonica, ha realizzato un originale progetto discografico “Custom Built Num.80“, un’energica rivisitazione di alcune fra le gemme più rappresentative del pop elettronico targato anni 80 e non solo.

Prince (The Artist Formerly Know As Prince) torna con “Musicology“, un album che lo riporta al funk ed alle memorabili melodie pop. Il disco è prodotto, arrangiato e composto dallo stesso Prince, che oltre a cantare ha suonato quasi tutti gli strumenti: “Mi sento un artista e un musicista nel profondo – ha detto – Musicology è un dovuto ritorno alla musica come creazione, come lavoro artigianale”. Attualmente in tour oltreoceano, a settembre arriverà anche in Italia.

Damita Jo” segna il rientro sulle scene di Janet Jackson. Il brano “Just A Little While” ha creato enorme fermento suscitando un interesse quasi febbrile, partito dagli USA ma rapidamente diffuso in tutto il mondo grazie al download illegale su internet, ancor prima che fosse stato ufficializzato come primo singolo. Nell’album, Janet collabora ancora una volta con la produzione del team di Jimmy Jam and Terry Lewis, che hanno prodotto tutti i suoi successi a partire dal 1986.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...