Gay e religione: una canzone per papa Francesco (e il video gayssimo)

di

Dialogo impossibile con la Chiesa? Non per tutti. Ecco il nuovo video di Maximo De Marco.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2523 0

Gay dichiarato e credente, Maximo De Marco (45) ha pubblicato una canzone dedicata a Papa Francesco dal titolo “Francesco ti sei chiamato Amen“. Pensate sia uno scherzo? Niente affatto.

Gay.it: la tua nuova canzone si chiama “Francesco ti sei chiamato Amen” come è nata questa canzone?
Maximo De Marco: il papa mi ha colpito fin da subito per il suo modo di fare, per la sua semplicità e ho sempre pensato di realizzare qualcosa per lui.

G: abbiamo visto il tuo video. Possiamo dirti che è uno dei video più “finocchi” degli ultimi anni in Italia?
M: [ride]

G: qual è il tuo rapporto con l’omosessualità?
M: io sono gay, non ho difficoltà a parlarne. Credo che il mio incontro con Gesù non sia stato casuale. Gesù ci ama così come siamo: siamo tutti uguali

G: per molti è difficile far coesistere omosessualità e religione.
M: C’è sempre stato un dialogo che si è sempre interrotto a metà tra la chiesa e il mondo gay. Ognuno pensa che non sia compatibile essere gay e avere fede. Si dovrebbe creare un ponte tra le due parti per far capire che nessuno è contro l’altro.

G: Cosa pensi della questione diritti lgbt in Italia?
M: Secondo me i politici hanno sempre preso per i fondelli la comunità lgbt: li usano nel momento in cui hanno bisogno per ottenere voti poi quando si tratta di concretizzare nessuno fa mai niente.
A livello internazionale ci sono delle gravissime forme di omofobia: ci sono paesi in cui i gay vengono puniti con la pena di morte. È una cosa orribile che dovrebbe essere combattuta da tutti.

Maximo-De-Marco

Leggi   Pompei, subito rimosso il murale con Papa Francesco contro l'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...