Curare l’omosessualità con l’esorcismo: il servizio shock delle Iene

di

"Curare" l'omosessualità con un esorcismo nel 2017, questa è la storia di Billy.

CONDIVIDI
164 Condivisioni Facebook 164 Twitter Google WhatsApp
10746 6

Le Iene, dopo le polemiche delle scorse settimane per i servizi sul caso Anddos, tornano a occuparsi di temi LGBT: il servizio andato in onda ieri mostra una realtà inquietante e anacronistica, figlia di una cultura superstiziosa e ignorante che ci auguravamo superata.

“Curare” l’omosessualità con un esorcismo nel 2017, questo è ciò a cui è andato incontro Billy, giovane trentenne che, dopo il coming out in famiglia, ha subito una violenza psicologica inaudita dal prete di paese convinto di poterlo aiutare in un percorso di liberazione dal “maligno”.

Nina Palmieri ha raccontato la sua storia in linea con lo stile del programma Mediaset, e, nonostante possano sorgere legittime domande e interrogativi sull’impostazione del servizio, i tagli, e scelte narrative molto discutibili, rimane una storia sconvolgente che deve essere raccontata.

L’accettazione profonda dell’omosessualità, in molti ambienti, è ben distante dall’essere un traguardo raggiunto.

 

 

 

Leggi   Costa Rica, sconfitto il candidato omofobo contrario alle nozze same-sex
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...