James Van Der Beek shock: “Vittima di molestie sessuali all’epoca di Dawson’s Creek”

di

"Degli uomini più anziani e potenti mi hanno afferrato il sedere, mi hanno coinvolto in conversazioni inappropriate di tipo sessuale".

13824 1

È stato il protagonista di una delle serie tv più popolari degli anni Novanta e Duemila: James Van Der Beek, l’indimenticabile Dawson della serie Dawson’s Creek, ormai è diventato un uomo e proprio nelle ultime ore ha deciso di esporsi pubblicamente, rivelando un brutto segreto del suo passato .

L’attore statunitense – padre di quattro figli avuti dalla moglie Kimberly – ha infatti pubblicato sul suo profilo Twitter alcuni post in cui racconta di essere stato molestato all’inizio della sua carriera.

Il primo post di Van Der Beek, che è stato subito sommerso da testimonianze di solidarietà, ha richiamato alla mente di molti il caso Harvey Weinstein (il potentissimo produttore hollywoodiano co-fondatore di Miramax accusato da molte attrici di violenze fisiche e psicologiche).

Quello di cui si accusa Weinstein sono dei comportamenti criminali. Ciò che ha ammesso è inaccettabile, in ogni settore lavorativo. Le mie lodi a chiunque ha il coraggio di parlare. Degli uomini più anziani e potenti mi hanno afferrato il sedere, mi hanno coinvolto in conversazioni inappropriate di tipo sessuale quando ero molto più giovane. Capisco l’immotivata vergogna, il sentirsi impotenti e incapaci di denunciare. C’è una dinamica legata al potere che sembra impossibile da abbattere”.

Leggi   Valerio Pino e il bacio con Kevin Spacey: "Non mi sono sentito molestato"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...