Mauritius e Seychelles: due mete perfette per tutte le coppie

di

Per la tua vacanza all’insegna del mare e di una mentalità assolutamente gay-friendly.

mauritius e seychelles
CONDIVIDI
29 Condivisioni Facebook 29 Twitter Google WhatsApp
2190 0

Mauritius e Seychelles sono due gioielli dell’Oceano Indiano, che con ottime infrastrutture e con un servizio curatissimo, si dimostrano delle destinazioni ideali per rilassarsi su spiagge incantevoli e godere di una natura meravigliosa! Travel Out ci indica le principali caratteristiche di questi due paradisi tropicali.E se desiderate trovare una meta incredibile, dove poter anche essere sé stessi, Mauritius e Seychelles sono due posti perfetti per le vostre vacanze. La particolarità di queste due mete è proprio l’apertura gay-friendly che dimostrano nei confronti delle coppie dello stesso sesso, senza naturalmente discriminare quelle etero! Questo aspetto, unito alle bellezze dei luoghi, contribuirà a farvi passare un soggiorno indimenticabile.

Mauritius e Seychelles, due mete gay-friendly per la vostra vacanza al mare

Il clima: quando è meglio andare?
Sia Mauritius che Seychelles godono di un clima temperato e gradevole tutto l’anno, con l’eccezione di gennaio e febbraio per il forte rischio di pioggia e maltempo. A Mauritius i mesi più freschi sono giugno e luglio, con una temperatura media di 23-24 gradiA Seychelles, molto più vicino all’Equatore, il clima rimane più caldo e tendenzialmente più umido, ma è proprio grazie al clima tropicale che queste isole sono così meravigliosamente ricche di vegetazione, con una natura indiscussa protagonista.

Che tipo di sistemazioni si possono trovare?
Il turismo in queste due mete è affermato ormai da decenni, quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Puntando molto sui turisti e rendendo un punto di forza l’accoglienza e la cura dell’ospite, si possono trovare ville, guesthouse, boutique hotel e alberghi di lusso. Insomma, tutti saranno soddisfatti.Che cultura si trova?
Sia a Mauritius che a Seychelles l’ospitalità è una particolarità di casa, così come i sorrisi e l’attenzione nei servizi. Le varie colonizzazioni – per lo più di stampo francese – e l’influenza di numerose etnie provenienti anche da Africa e India hanno caratterizzato il popolo creolo rendendolo molto tollerante e cordiale.

Anche nei confronti di persone omosessuali?
Assolutamente si! Accoglienza e tolleranza sono due valori fondamentali per la gente del posto, ed è facile venire a contatto con questa loro particolarità, a Mauritius e Seychelles. Ma non solo: anche le aziende turistiche dimostrano un’ospitalità friendly nelle loro scelte commerciali. Non esiste, ad esempio, distinzione fra le coppie in viaggio di nozze: gli sposi in luna di miele hanno la possibilità di usufruire degli stessi sconti, che in alcuni casi raggiungono anche il 70% delle quote standard! Indubbiamente questo le rendono due fra le destinazioni più convenienti dove potersi rilassare senza pensieri e senza alcun disagio.Quali esperienze consiglia Travel Out?
Seychelles è un arcipelago di 115 isole e isolotti. Dalle spiagge più grandi alle baie più piccole, tutte fanno gara per contendersi lo scettro della più bella, e la scelta non è certo facile!
Potete noleggiare un’auto per girare la grande e bella Mahè fino a raggiungere Victoria con il suo aspetto coloniale e il suo mercato colorato, oppure respirare l’atmosfera senza tempo di La Digue dove ci si sposta senza fretta in bicicletta o su piccoli carri trainati da buoi. Altrimenti potete incontrare l’essere terrestre più longevo del regno animale: la tartaruga Esmeralda, ospitata insieme ad altre sue simili nella Riserva di Curieuse Island.E ancora, non potete lasciare le Seychelles senza prima aver passeggiato fra le enormi palme e felci della Valle de Mai a Praslin, ammirando un panorama unico dai 900mt di altezza da Le Morne nel Seychellois National Park. Potete poi fare snorkeling nei parchi marini di Ste Anne o di Port Launay a Mahè, oppure fare un salto a Anse Source d’Argent e a La Digue, una delle spiagge più fotografate al mondo… ed è facile capirne il motivo una volta che si è in quell’angolo di paradiso, con le acque cristalline contornate da enormi massi granito levigati dal vento e dal mare.Chiamata l’Isola del Sorriso per l’innata ospitalità dei suoi abitanti che convivono pacificamente con le loro numerose etnie e religioni, Mauritius incanta con le sue ampie spiagge lambite da limpide acque e contornate da bouganville, palme e fiori profumati.
Qui, potete decidere di perdervi nella bellezza dei Giardini Botanici di Pamplemousse, assaporare la natura selvaggia del Black River Gorges National Park e delle Terre Rosse di Chamarel. Da assaggiare assolutamente l’ottimo rhum, in una delle aziende produttrici dell’isola, oppure rilassarvi durante una crociera in catamarano verso Ilot Gabriel.
E se questo non basta, potete scegliere fra i numerosissimi sport acquatici praticabili grazie alla calme acque dell’isola, senza dimenticare la possibilità di immergersi fino a 25m con un piccolo sottomarino o dei bizzarri scooter subacquei…Difficile annoiarsi!E la cucina?
Giustamente, non si può concludere questa mini guida senza parlare delle qualità culinarie di Mauritius e Seychelles.
La cucina creola fa capolino con combinazioni curiose e saporite, spaziando da piatti tipicamente francesi o orientali a varianti arricchite con latte di cocco, curry, coriandolo e cumino. Sicuramente l’influenza indiana è molto presente, così come i numerosissimi piatti di pesce e di crostacei grazie all’abbondante pescato che compare ogni giorno fra le bancarelle improvvisate sulle spiagge e nei mercati dei vari capoluoghi. Immancabile le grigliate di pesce fresco di giornata, cucinato ad arte direttamente da un pescatore o dallo chef del vostro albergo.

Assolutamente da provare.

Leggi   Voglia di vacanza: 3 hotel gay-friendly del Centro e del Sud Italia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...