Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese

di

L'uomo, 37 anni, è stato arrestato in zona Washington e non è nuovo a questo tipo di reato.

Ricatto gay
3745 1

Dopo gli ultimi casi di ricatto denunciati in Veneto, si registra un nuovo arresto a Milano per estorsione dopo un rapporto occasionale.

Un pregiudicato originario del Senegal, Khadim Cheik Gaye,  è stato arrestato dai Carabinieri di Milano per aver sottoposto a ricatto alcuni uomini adescati su un’app di incontri gay.

L’uomo, che presentava una foto profilo di addominali scolpiti, cercava esclusivamente rapporti con uomini sposati e a casa loro, giustificandola come una scelta per evitare complicazioni sentimentali.

In realtà dopo aver concordato un incontro a casa della vittima, il ricattatore la faceva spogliare, la fotografava e poi le chiedeva dei soldi minacciando di diffondere gli scatti hard.

Il fermo di Gaye è avvenuto dopo giorni di appostamenti: l’uomo era già stato condannato in passato a tre anni di carcere, dal 2011 al 2014, per una serie di ricatti dello stesso tipo avvenuti a Bergamo, Vicenza e altre città del nord Italia.

Leggi   Milano: chiude lo storico locale LGBT Lelephant
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...