Scozia, il Governo si appresta a ‘perdonare’ le persone in passato condannate perché omosessuali

di

In Scozia il sesso gay è stato illegale fino al 1981.

CONDIVIDI
77 Condivisioni Facebook 77 Twitter Google WhatsApp
1769 0

Il parlamento scozzese avrebbe finalmente deciso di ‘perdonare’ tutte quelle persone condannate in quanto omosessuali.

In Scozia, fatto da non dimenticare, tutte le attività sessuali tra uomini sono state considerato reato fino al 1981, quando il sesso tra maschi adulti di età superiore ai 21 anni è stato finalmente depenalizzato. Solo nel 2001 l’età del consenso è stata abbassata a 16 anni, pari al consenso eterosessuale.

Ebbene i membri del Parlamento scozzese (MSP) hanno sostenuto all’unanimità il disegno di legge sulle violazioni sessuali storiche (Pardons and Disregards), in una prima seduta andata in scena nella giornata di ieri. Se approvata, la legge perdonerà ufficialmente i gay condannati per crimini che non sono da tempo più considerati illegali.

Michael Matheson, segretario alla giustizia, ha riferito al parlamento: “Non ho alcuna intenzione di illudermi che questo disegno di legge, o qualsiasi altra legge, possa di per sé sradicare l’enorme ingiustizia causata da queste leggi discriminatorie che criminalizzavano l’atto di amare un altro adulto, scoraggiando le persone ad essere quello che erano in famiglia, con amici, vicini e colleghi di lavoro, inviando un messaggio che vede il parlamento considerare l’omosessualità come sbagliata, incoraggiando omofobia e odio“.

In Scozia il matrimonio civile per le persone dello stesso sesso è stato istituito nel 2014, mentre l’adozione congiunta per le coppie dello stesso sesso  nel 2009.

Leggi   Avellino, il 17 maggio il primo storico evento lgbt cittadino - lo spot contro l'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...