Stefano Gabbana sfotte chi vuole boicottarlo per aver vestito Melania Trump

di

Lo stilista era stato criticato per aver concesso i suoi abiti alla first lady americana, nonostante le posizioni omofobe del marito.

CONDIVIDI
296 Condivisioni Facebook 296 Twitter Google WhatsApp
14555 5

Nuovo attacco di Stefano Gabbana a quelli che lo stilista chiama “D&G Haters”, sul discusso tentativo di boicottaggio della maison milanese.

In un sobrio video su Instagram lo stilista indossa le vesti di un improbabile cartomante che festeggia e deride la campagna lanciata contro la sua casa di moda per aver scelto di vestire Melania Trump, ricordandoci quantomeno l’inutilità dell’indignazione istantanea da social network.

Dolce&Gabbana è stata la prima tra le grandi firme della moda ad accettare di vestire la first lady americana, fin dal giuramento del marito Donald Trump da nuovo presidente degli Stati Uniti. All’epoca della cerimonia esponenti del mondo della musica e dello spettacolo negarono la propria partecipazione per via delle posizioni omofobe, razziste e sessiste espresse dal candidato repubblicano durante tutta l’infuocata campagna elettorale.

Nel campo della moda designer come Tom Ford, Marc Jacobs e Christian Siriano rifiutarono pubblicamente l’idea di vestire l’ex modella slovena, prima della disponibilità di D&G, che scatenò la reazione social con l’hashtag #boycottdolcegabbana.

Una polemica che torna ciclicamente ad ogni uscita pubblica della first lady, con annessi commentari sessisti dei quotidiani nazionali ai vestiti e al look delle donne del mondo politico. Questo video, non proprio di stile per essere di un designer, è solo l’ultimo episodio di questa lunga storia di attacchi e repliche.

Un post condiviso da stefanogabbana (@stefanogabbana) in data:

Leggi   Lecce, salta il concerto di Povia che attacca Arcigay: "Dittatori e mafiosi"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...