Ecco perché il porno gay italiano è già tramontato

di |

Nonostante molti porn performer italiani siano diventati famosi lavorando all'estero, le produzioni italiane sembrano avere intrapreso un inarrestabile declino. Le cause? Eccole qui di seguito.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
7642 0
7642 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Recentemente in Canada ha debuttato un nuovo canale a pagamento, Hard TV, dedicato esclusivamente al porno gay di qualità, con un palinsesto che propone – a rotazione – titoli che vanno dai cult classici alle ultime produzioni, ma anche rotocalchi informativi e altro ancora. Mentre il porno gay internazionale taglia sempre nuovi traguardi, però, bisogna prendere atto che quello italiano sembra ormai defunto. La All Male Studio di Bologna non produce nuovi titoli da anni, mentre sul sito Lucas Kazan – a discapito del motto «Italians do is better» che campeggia ancora sulla sua homepage – la percentuale di volti italiani è diventata sempre più esigua. Viene da chiedersi perchè la parabola del porno gay prodotto in Italia sia stata così breve, soprattutto se si considera che tanti gay porn performers italiani sono diventati nomi di riferimento lavorando all’estero.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...