I MIGLIORI NEL PORNO GAY

di

Consegnati i GayVN Awards, che premiano le star del cinema hard. E scopriamo che fare porno non significa rompere con la famiglia. Le interviste, i vincitori e le...

27250 0

Sospiri, ansimi, colpi di reni e luci soffuse: ecco la pornografia! La parte sotto la cintura dell’intrattenimento di massa, solitamente ben nascosta sotto al letto, il porno è una forza culturale potente. E meno clandestina di quello che si pensi. Lo dimostrano i GayVN Awards che si sono tenuti il 10 marzo al Rage di West Hollywood, in California. Delle tante star del porno gay intervenute, non poche vantano famiglie ultraconservatrici che pure non ostacolano in nulla la carriera dei loro pargoli.

Prendete l’amabile e cortese Jason Adonis: cresciuto nell’America rurale con solidi valori, mentre porta avanti la sua attività di restauratore di immobili, nottetempo si avvia verso una sfolgorante carriera grazie al ruolo di star bisex nella soap opera gay Wet Palms. Sul tappeto rosso (sic) davanti al Rage, Jason si alza allegramente la maglietta, lascia vedere il suo ventre scolpito e mostra le mutande 2(x)ist blu. Anche se adora il suo lavoro nella industria di film per adulti, come dimostra la cura che ha nella sua immagine da porno star (jeans G-Star, magliette attillate, abbronzatura caramello perfetta) Jason si dedica anche alla sua eredità campestre: «la casa più vicina alla mia è a sette chilometri e mezzo – dice – mi piace la privacy».

Jason crede che il suo lavoro nel porno serva a uno scopo sociale: «Non è altro che positivo. E’ così che la gente impara a vincere le costrizioni del sesso e a essere se stessa». Con questo spirito si esibisce, come anche il fratello che è un porno model gay anche lui, con il pieno sostegno della famiglia: «Quando gliene ho parlato, hanno detto ‘Vai avanti se ti rende felice’».

Certo, è stato commovente alcuni anni fa quando Adrien Brody portò sua madre alla cerimonia degli Oscar in cui vinse il premio come miglior attore per Il pianista. Ed è ugualmente commovente, oltre che sorprendente, vedere Owen Hawk, nominato come performer of the year (premio poi andato a Tag Adams) ballare abbracciato con sua zia Dorothy all’interno del Rage. «Siamo discendenti dei fondatori della Chiesa Mormone – spiega Owen – La nostra è una perfetta famiglia mormone, e io ne faccio parte come ogni altro». Ha diviso la famiglia in due campi: quelli a cui piace, e quelli a cui non piace: «E di quelli a cui non piace ciò che faccio, non me ne frega niente».

Chris Steele, direttore della produzione per la Falcon Video, parla con autorità di ciò che serve per fare del buon porno. «Se qualcuno ha degli addominali favolosi, ha lo stile porno che cerchiamo. Tutto il resto viene dopo» dice, indicando lo stomaco di Josh Weston a mo’ d’esempio. Mentre parla, Chris si fionda verso Tyler Marks (con Chris in foto), un’altra star della Falcon, e lo invita a unirsi alla conversazione. Naturalmente anche lo scoppiettante Tyler non perde occasione per sollevare la maglietta davanti agli obiettivi. Tutti e tre continuano a discutere del ruolo del porno, concordando sul fatto che esso è indispensabile per rendere il mondo un posto migliore. Ma Josh ha qualche turbamento: «Amo ciò che faccio – dice – e ci credo, ma so che sarà usato contro di me nel momento in cui deciderò di vivere una vita più ordinaria con un lavoro più ordinario».

Sulla passerella incontriamo anche Steven Scarborough (in foto con il pornostar ad alto voltaggio Shane Rollins), proprietario della Hot House Entertainment, che spiega la sua visione del porno: «Mi piace farlo in maniera ben organizzata, consapevole, non fare roba spontanea che puoi vedere ovunque. Non mi piace lasciare niente al caso». La formula Hot House è chiara: «Mi piace usare uomini mascolini in Levi’s e pelle – dice Steven – E non mi faccio problemi a mettere il veto a roba che non si addice al nostro stile».

Stretto in un completo nero, con camicia nera e cravatta scura a pois, il carismatico e bel regista Rafael si passa le dita tra i capelli corvini mentre parla del suo video più recente, Revolucion Sexual, che ha vinto il premio come miglior video etnico. Basato sulla storia della rivoluzione messicana del 1914, solo con un sacco di sesso gay in più, è un video nel quale Rafael ha messo insieme attori dal Messico, Puerto Rico e Panama: «Mi piace che i miei attori siano ben vestiti – dice – ma diciamocelo, si tengono gli abiti solo per pochi minuti» ammette ridendo.

Leggi   Cinema, la denuncia di Glaad: "Pochissimi ruoli LGBT a Hollywood"

I vincitori dei GAYVN Awards 2005

BEST ACTOR
Dean Phoenix – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)
Clicca qui per la galleria di foto di Dean Phoenix

BEST ACTOR-FOREIGN RELEASE
Tim Hamilton – Greek Holiday 1-2 (Bel Ami Entertainment)
Clicca qui per la galleria di foto di Tim Hamilton

PERFORMER OF THE YEAR
Tag Adams
Clicca qui per la galleria di foto di Tag Adams

BEST ALL-SEX VIDEO
Bolt (Rascal Video)

BEST ALTERNATIVE RELEASE
Tom Bianchi: On the Couch 1-2 (Mercury Releasing)

BEST AMATEUR VIDEO
ThunderBobby 1 (ThunderBobby Productions)

BEST ART DIRECTION
Horse: Fallen Angel 5 (Titan Media)

BEST BISEXUAL VIDEO
Semper Bi (All Worlds Video)

BEST CLASSIC DVD
Sex Bazaar (YMAC) tie
Spokes (Falcon Studios) tie

BEST DIRECTOR
John Rutherford and Jerry Douglas – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)

BEST DIRECTOR-BISEXUAL VIDEO
Dirk Yates – Semper Bi (All Worlds Video)

BEST DVD EXTRAS
Horse: Fallen Angel 5, Titan Media

BEST DVD SPECIAL EDITION
Bolt, Rascal Video

BEST EDITING
Andrew Rosen – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)

BEST ETHNIC-THEMED VIDEO
Revolucion Sexual, All Worlds Video

BEST FOREIGN RELEASE
Greek Holiday 1-2, Bel Ami Entertainment

BEST GROUP SCENE
Bolt (Rascal Video), Final Orgy -Johnny Hazzard, Rod Barry, Theo Blake, Alex LeMonde, Kyle Lewis, Dillon Press, Troy Punk, Shane Rollins, Rob Romoni, Anthony Shaw, Sebastian Tauza

BEST LEATHER VIDEO
Horse: Fallen Angel 5, Titan Media

BEST MARKETING CAMPAIGN
BuckleRoos 1-2, Buckshot Productions

BEST MUSIC
Nicholas Pavkovic, Rock Hard – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)

BEST NEWCOMER
Eddie Stone

BEST NON-SEX PERFORMANCE
Zak Spears – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)

BEST ORAL SCENE
Wall of Penises – Hard Sex (Raging Stallion Studios)

BEST PACKAGING
Horse: Fallen Angel 5, Titan Media

BEST PRO/AM RELEASE
Michael Lucas’ Auditions 1, Lucas Entertainment

BEST SCREENPLAY
Jack Shamama and Michael Stabile, Wet Palms 1-3 (Jet Set Productions)

BEST SEX COMEDY
Wet Palms 1-3, Jet Set Productions

BEST SEX SCENE
Dean Phoenix, Marcus Iron – BuckleRoos 2 (Buckshot Productions)

BEST SOLO PERFORMANCE
Arpad Miklos, Ricky Martinez – BuckleRoos 1 (Buckshot Productions)

BEST SOLO VIDEO
Str8 Shots, Rascal Video

BEST SPECIALTY RELEASE
Double Delights, Pacific Sun Entertainment (tie)
Whiplash, Dragon Media (tie)

BEST SPECIALTY RELEASE (18-23)
Aqua Club, Pacific Sun Entertainment

BEST SPECIALTY RELEASE (Bears)
From Bear to Bare, All Worlds Video

BEST SUPPORTING ACTOR
Brad Benton – Freak: Jet Set Direct, Take 1 (Jet Set Productions)

BEST THREESOME
Sammy Case, Marcus Iron, Timmy Thomas – BuckleRoos 2 (Buckshot Productions)

BEST VIDEOGRAPHY
Todd Montgomery – BuckleRoos 1-2 (Buckshot Productions)

BEST PICTURE
BuckleRoos 1-2, Buckshot Production

2005 GAYVN Hall of Fame Inductees
Blue Blake
Brian Brennan
Tom De Simone
Chad Donovan
Jim French
Andrew Rosen

di Gay.com

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...