L’ODORE DEL SESSO

di

Profumo di maschio o igiene assoluta? C'è chi ama annusare una ascella sudata. Chi inorridisce al minimo puzzo. Tra eccessi e feticismi, nell'amore anche il naso vuole la...

10349 0

Inutile negarlo, tutti puzziamo dopo un po’. E a nessuno piace un compagno che non ha un buon odore, giusto?

E invece, ad alcuni piace.

Il corpo produce dei suoi afrodisiaci basati sugli odori, chiamati feromoni. Questi acidi grassi sembrano progettati però per attirare il sesso opposto; non è chiaro se quei costosi profumi che contengono feromoni maschili procurano delle erezioni anche ai gay. E in ogni caso, il corpo produce i suoi profumi muschiati gratis.

Il produttore di odore numero uno è l’ascella, ovviamente. L’odore di sudore maschio provoca un sacco di associazioni mentali. “Da lavoratore”, “naturale”, “in tiro” sono tutte interpretazioni dal suono mascolino di ciò che accade quando i batteri si annidano nelle ascelle per un po’.

L’attrazione per questo tipo di odore è particolarmente apprezzata nella comunità leather; alle sessioni di gioco sadomaso generalmente viene negato l’accesso agli uomini che esalano acqua di colonia. (Alcune persone hanno una sensibilità chimica che provoca loro la nausea solo per un soffio di dopobarba, ma tutto sommato questo rientra nelle abitudini maschili).

Per ogni ragazzo gay che trovi l’odore delle ascelle un segno di mancanza di pulizia, ce n’è un altro che adora strofinarci il naso, uscendo dall’appartamento del suo partner ancora con l’odore di uomo sulla faccia. Un ragazzo in cerca di incontri sul web, che ha “mansmells” nel suo profilo personale, dice: «Gli odori naturali di un uomo mi eccitano. Quando sbatto la faccia nell’ascella di qualcuno voglio che sappia di sudore non di additivi chimici».

Non tutti odorano allo stesso modo; la chimica individuale, persino la dieta, possono influire su come il corpo di un uomo profuma. Perciò alcuni aficionados dell’odore si accostano alle ascelle con la passione di un intenditore di buon vino: «Mmm, profuma come un Giovanni del 1999!».

Altri luoghi odorosi sono oggetto di attrazioni più particolari. Ci sono tipi che adorano le emanazioni di un inguine non lavato; cosa che fa vomitare altri. Gli uomini non circoncisi potrebbero aggiungere alla ricetta lo smegma; ci sono feticisti del prepuzio che non se ne saziano mai. E parlando di formaggio, i batteri su un piede maschile sono correlati ai batteri coinvolti nella produzione del Roquefort, specialità casearia dalla forte profumazione.

I feticisti dei piedi, che rappresentano di per sé un settore specialistico, includono gli annusatori di calzini che si eccitano negli effluvi di un piede davvero puzzolente.

Ma l’odore corporale non è per tutti. Come mi ha detto un altro ragazzo in cui mi sono imbattuto su internet: «Mi piacciono i corpi che sanno di pulito. Devi aver fatto la doccia da poco se vuoi venire a letto con me». Un corpo appena lavato ha profumazioni sottili e fresche, e i ragazzi che fanno un salto nella vasca prima di farlo tra le lenzuola di qualcuno in genere preferiscono che il favore gli venga restituito.

Un lettore mi ha chiesto come poteva dire al suo abituale compagno di sesso che l’odore del suo pacco lo faceva vomitare ogni volta che se lo trovava davanti. In una situazione come questa un cortese «Per favore, fatti la doccia prima che te lo succhi» sembra una richiesta non irragionevole. Oltre a una semplice sciacquata con una buona saponetta, ci sono molti altri modi per alterare il modo in cui il corpo profuma – deodoranti, dopobarba, colonia – ma i ragazzi che si spruzzano il Denim sull’uccello prima di ricevere del sesso orale potrebbero andare incontro a un rifiuto.

Che sia dovuto alla biologia o alla psicologia, è chiaro che lo stesso odore può produrre risposte largamente variabili in diversi partner sessuali, da un’improvvisa erezione a un naso arricciato. Accendere un bastoncino di incenso può creare una atmosfera suggestiva. O può ricordare al vostro tipo il suo antipatico zio ex-hippie. D’altra parte, le parti del cervello coinvolte con la memoria e con l’odore sono strettamente connesse. Alcuni odori – una brezza marina, il profumo di un pino silvestre – hanno accenti romantici, che possono essere evocati o no dalla corrispondente variante di deodorante per ambienti. E magari l’odore delle lenzuola non lavate potrebbe riportare alla mente quel bonazzo conosciuto in collegio. O può far desiderare di scappare dalla stanza da letto urlando.

Davvero, alla fine è tutta una questione di gusti. O di odori.

Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Sesso

di Simon Shephard – Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...