ONNAGATA: GLI UOMINI-DONNA

di

Sono gli uomini-donna della tradizione giapponese, che per interpretare ruoli femminili, vestivano e si comportavano da donne anche nella vita privata.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
688 0
688 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Un discorso sulla transessualità e su certi suoi antichissimi progenitori, non necessariamente deve toccare territori di marginalità, di sofferenza, o di esibita e chiassosa teatralità. Anzi, proprio la ricerca del perfetto androgino, dell’individuo capace di contenere in sé maschile e femminile, può diventare un percorso filosofico, una strada di elevazione.

Dice il Manifesto Futurista Della Lussuria (1913) di Valentine De Saint-Pont: "Ogni superuomo, ogni eroe, per quanto sia epico, ogni genio per quanto sia possente, è l’espressione prodigiosa di una razza e di un’epoca solo perché è composto, ad un tempo, di elementi femminili e di elementi maschili, di femminilità e di mascolinità, cioè un essere completo"

E quindi, come afferma Valerio Zecchini (anzi Zekkini), un artista e performer bolognese, rappresentante, come lui si considera, dei "post-contemporanei" una strana creatura notturna di geniale creatività, che da tempo sviluppa questi temi, "la scelta della transessualità, insieme alla pretesa mondana di apparire maggiormente affascinanti, seducenti e potenti, implica un anelito verso una condizione angelica. L’angelo, in quanto ambasciatore dell’assoluto, si presenta infatti come l’entità androgina per antonomasia, entità dunque in cui si ricompone ogni contrasto". Zekkini partecipa con sculture, spettacoli che lui definisce "ambientazioni che devono produrre in chi assiste una qualche forma di risveglio", CD di letteratura elettronica, sperimentazioni, al dibattito sulle identità sessuali mutanti con una voce sempre fuori dal coro, intelligente e complessa.

In questa impostazione controcorrente e affascinante della transessualità, si inserisce bene un discorso sugli Onnagata, gli Uomini-Donna della tradizione giapponese. Benché, col tramonto della tradizione nipponica si incontrano ormai in Giappone pochissimi Onnagata e ha preso piede il transessuale all’occidentale, la loro storia fa parte di una tradizione antica e affascinante. Ma per capire la complessità di queste figure, occorrono alcune spiegazioni storiche.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...