QUANTE VOLTE AL GIORNO?

di

Masturbarsi, che passione! Ma quante leggende si raccontano su chi eccede nell'onanismo? E' vero che farlo troppo può provocare danni? Miti e verità di una piacevole abitudine.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
3390 0
3390 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Sin dalla notte dei tempi, ci sono due domande che hanno tormentato l’umanità. Dal momento che tutti ormai sanno che la risposta a una di queste è ‘molte’, vuol dire che la domanda vitale deve essere: “quante seghe ci si può arrivare a fare in un giorno?” La questione, messa così, è semplice, come molti vorrebbero. O quasi.
Molti esperti probabilmente saranno d’accordo nel dire che, su un piano fisico, non è affatto vero che le seghe, anche in quantità notevole, causino borse sotto gli occhi, perdita di concentrazione, allentamento delle relazioni sociali o secchezza della pelle. Masturbarsi è un modo perfettamente naturale per godersi il proprio corpo. Gli esperti dicono anche che è un modo perfetto (come molti gay sanno già) per scoprire cosa ci piace e cosa no. La masturbazione reciproca, poi, può essere una attività sessuale appagante e a basso rischio da godere tra due o più uomini gay.

Le seghe molto frequenti possono provocare escoriazioni o doloretti, però, e quando si arriva a questo punto sarebbe meglio riposarsi un pochetto. Inoltre, gli esperti dicono che lo smaneggiamento troppo rude può causare la rottura dei vasi sanguigni nel pene. Se ciò accade, potreste pisciare sangue: la cosa dovrebbe risolversi da sola nel giro di pochi giorni, ma non sarete in grado di segarvi ancora finché il fenomeno non scomparirà.
Detto questo, i problemi veri legati alla masturbazione (se mai ce ne sono) sono sociali e psicologici. Se si arriva al punto di mancare agli appuntamenti, cambiare programmi della serata, non andare al lavoro o addirittura di non mangiare correttamente perché si è troppo impegnati a menarselo, c’è un vero problema di salute.

Quando il pensiero di masturbarsi è così intenso che si arriva a una forma di semi-dipendenza, è tempo di fermarsi e fare un passo indietro, e se non vi riesce, di chiedere aiuto.
Un altro motivo per cui le persone pensano spesso che la masturbazione sia dannosa alla salute è la sensazione di colpa e di vergogna che spesso si prova dopo l’eiaculazione. Normalmente, da bambini veniamo “programmati” a pensare che il nostro cazzo sia sporco e cattivo, e questo ci impedisce di godere completamente del nostro corpo, specialmente – appunto – dei nostri cazzi. E non serve a niente ricordare a noi stessi che è tutto ok…

Spesso è questa ansietà (insieme con il buon vecchio invecchiamento) che provoca molti dei sintomi associati con la masturbazione: borse sotto gli occhi, perdita di concentrazione ecc.
Perciò, segaioli, gioite: siete voi stessi il vostro parco dei divertimenti!

di Gay.com UK

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...