SESSO IN STILE BESTIALE

di

E' la posizione più diffusa nel regno animale, ma spesso considerata degradante tra gli uomini: parliamo della penetrazione da dietro, volgarmente "pecorina". Volete saperne di più?

18486 0

In tutto il mondo animale, l’approccio da dietro nel rapporto sessuale è più comune che quello faccia a faccia. Se prendete i primati (scimmie e simili) il sesso frontale diventa un po’ più diffuso, ma la penetrazione da dietro è ancora la norma.

Noi umani ultrasofisticati, naturalmente, entriamo spesso dal davanti. La posizione pancia contro pancia è stata persino soprannominata “posizione del missionario” sottintendendo che l’approccio frontale è uno dei (forse dubbi) segnali della “civilizzazione”.

Ma ad alcuni di noi piace tornare di tanto in tanto alla posizione basica a quattro zampe. Il rapporto tra uomini che viene volgarmente chiamato “alla pecorina” – sesso anale con il maschio ricettivo che si sostiene sui quattro arti, mentre l’insertivo penetra da dietro – può avere una grande attrattiva sia per i passivi che per gli attivi. «Per me, venire scopato steso sulla schiena lo trovo molto insoddisfacente dopo un po’ – dice un ragazzo che preferisce la posizione passiva – Caspita, dovrei essere un acrobata per riuscire a tenere le gambe alzate per aria così a lungo quanto mi piace che si faccia».

Ed è vero che la posizione a quattro zampe può essere molto meno faticosa da tenere: il top non è costretto a flessioni pre-orgasmiche, e il bottom non viene attorcigliato come un tortellino. La libertà di movimento è maggiore, e la posizione del bottom, più rilassata e in grado di offrire le natiche agevolmente, può portare a una penetrazione iniziale più dolce. E senza dover sostenere il peso del suo corpo che preme verso il basso, il top può controllare i suoi colpi con maggiore facilità.

Ma i vantaggi possono anche essere psicologici. «Quando penetro qualcuno alla pecorina, mi sento davvero dominante – dice un ragazzo con manie di potere – Adoro afferrarmi ai fianchi del mio partner e spingere a fondo. Mi piace poi guardare giù e vedere la mia erezione che stantuffa dentro e fuori. E così posso anche assicurarmi facilmente che il preservativo sia sempre al suo posto». Gli amanti di un gioco un po’ più duro possono persino far indossare al partner un collare con guinzaglio e cavalcarlo come una… be’, cagna in calore.

State pur certi che molti bottom, sentendo un uomo che non riescono a vedere che fa uso del loro buco, si sentono deliziosamente sottomessi. Il summenzionato ragazzo passivo, ad esempio, dice: «quando non riesco a vedere il ragazzo che è dentro di me, mi sento un pezzo di carne. E a volte questa sensazione mi piace da morire. Ma se invece voglio essere un passivo che gestisce il gioco, posso dare dei colpi indietro con il culo e cavalcare l’erezione del mio top».

Certo, non tutti amano il congiungimento carnale in stile canino. Per coloro che adorano farsi schiacciare la prostata, la posizione del missionario fornisce un angolo più congeniale per la stimolazione di questo “punto G”. «Trovo che scivolo fuori troppo facilmente – si lamenta un ragazzo abitualmente attivo – E per me, la pecorina è troppo spersonalizzante.

Quando sono dentro un ragazzo, mi piace guardarlo negli occhi. Mi piace baciarlo, e solo le giraffe possono baciare comodamente quando scopano da dietro. Diavolo, mi piace guardar giù e vedere la faccia del mio partner, non la sua schiena e le spalle. Forse sono semplicemente un romanticone che la pensa all’antica».

Leggi   "Il chemsex fa parte della cultura gay": è polemica

Romantici o no, ci sono abbastanza posizioni nel “Kamasutra finocchio” per evitare che le coppie che desiderano sperimentare si annoino. Dopotutto, la pecorina non è l’unica possibilità per penetrare da dietro. C’è quella che potremmo anfibiosamente chiamare “stile rana” che prevede che il bottom tenga la faccia sul materasso e il culo in aria.

Oppure la posizione “ad ali spiegate” in cui il bottom giace bocconi mentre il top, da sopra, gli allarga le gambe o si stende fra di esse. Insomma, quando si parla di sesso anale, ci sono un sacco di accoppiamenti possibili.

La pecorina è spersonalizzante? La penetrazione da dietro è animalesca? Beh, chi ha detto che non possiamo essere un poco bestiali a letto? Perciò, se vi sentite una specie di Rin Tin Tin porcellone, se volete sparare bordate come Hulk, allora, lasciatevi andare e ululate alla luna… E occhio alle zanne!

di Simon Shephard – Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...