SESSODIPENDENTI SARETE VOI

di

I gay "malati di sesso"? Gli etero lo sono di più. Lo dice una ricerca guidata dallo psichiatra Tonino Cantelmi. E tra i sex-addict, sono tanti i cybernauti.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


I gay "malati" di sesso? Gli etero lo sono di più. Una recente ricerca, guidata dallo psichiatra Tonino Cantelmi, presidente dell’Associazione Italiana per le Ricerca in Psicoterapia Cognitivo-interpersonale, smentisce la credenza comune che le persone che cercano sesso in maniera compulsiva, siano perlopiù omosessuali.

Lo studio, presentato lo scorso fine-settimana a Palermo nell’ambito di un convegno sulle nuove dipendenze organizzato dalla Scuola di specializzazione in Psichiatria dell’università, diretta da Daniele La Barbera, ha preso in esame la cosiddetta dipendenza sessuale, cioè quella particolare dipendenza comportamentale che spinge una persona a consumare rapporti sessuali o materiale pornografico senza poterne fare a meno. I soggetti che ne sono affetti sono portati a considerare la relazione sessuale come un «bisogno fondamentale rispetto al quale tutto il resto viene sacrificato, comprese le persone che vengono considerate solamente come oggetti da usare», come spiega lo stesso Cantelmi.

Soffrono di questa dipendenza il 5% degli uomini del nostro paese e il 3% delle donne: «su 100 sesso-dipendenti – spiega Cantelmi – 18 sono omosessuali, 11 sono bisessuali, 7-8 sono di sessualità incerta, e la stragrande maggioranza (circa il 64%) sono eterosessuali, e quasi tutti impegnati in una relazione primaria stabile, come vengono definite le relazioni stabili come il matrimonio o la convivenza».

La ricerca, condotta attraverso scelte di misurazione a campione su gruppi di dipendenti anonimi, mostra, quindi, un ritratto dell’italiano schiavo del sesso molto distante dalle credenze comuni: in media, il dipendente da sesso è un maschio eterosessuale, 40enne, professionista e sposato. «Generalmente si pensa che le persone omosessuali siano quelle che cercano continuamente sessualità, in modo compulsivo, come se ci fosse una dipendenza comportamentale; nella realtà non è così» afferma Cantelmi, aiutando a smentire la credenza diffusa che la dipendenza sessuale sia un fenomeno narcisistico legato soprattutto all’omosessualità.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...