UN INCONTRO NELLA NOTTE

di

A Menlilmontant. Lui si chiama Chris. E ci racconta cosa significa essere gay oggi fra gli ebrei ortodossi

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Solo di notte dice di potermi vedere. Altrimenti non se ne fa niente. Lo aspetto a lungo, una eterna attesa nella notte parigina, nella notte umida, fra ombre furtive di passanti e desideri sospesi. Lo aspetto in un piccolo bar, LE TRIANO, pareti in legno, soffitto sbrecciato, quattro tavolini, due colonne pretenziose all’entrata. Un sole dipinto su una finestra come un miraggio nell’oscurità. Di fronte un palazzo grigio, davanzali austeri in ferro battuto, scorci di interni rassicuranti, tavole apparecchiate e intimità interrotte da bagliori televisivi. Aspettarlo è già romanzo, è già entrare dentro una storia. Mi dice di chiamarlo Chris.

E’ un ragazzo ebreo, di una comunità gay ortodossa. Non tanto alto, occhiali rotondi dalla montatura argentata, un accenno di barba. Io sono con il mio compagno che in questa notte di Menilmontant, luccicante e promettente, puzzolente di fritto e di disperazione, ha già cominciato a bere troppo, la testa appoggiata sul tavolo, insegue discorsi sconnessi. Ubriaco da sempre. Prolungati momenti di anestesia per sfuggire ad un dolore antico. Eppure Chris, anche lui voleva incontrarlo . L’abbiamo conosciuto in una chat su internet e ci ha incuriosito come poteva essere ebreo, osservante, e gay. L’omosessualità, da sempre, è perseguitata e condannata dalle grandi religioni monoteiste. Per questo l’incontro, per sapere e per capire. E forse per altro. Non si sa, in questa notte di Menilmontant dal superbo panorama discendente, notte insidiosa, col cielo grigio e pesante, tutto può succedere. Non si nasconde, Chris. Mi cita il Levitico 10:13:" Due uomini che giacciono assieme come farebbero con una donna commettono abominio …" E ancora il Shulchan Aruch, un codice della Legge Ebraica risalente al XVI secolo:"E’ proibito alle donne strofinarsi assieme in posizione di coito…la corte è autorizzata a comminare le frustrate per questa trasgressione"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...