Bacio gay: la Rai lo taglia

di

Stasera su RaiDue una puntata di Batticuore con una coppia omosessuale: ma il loro bacio non sarà trasmesso.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Sempre più gay in televisione. Ma non sempre con totale libertà. Un bacio gay, infatti, ancorché casto, è ancora considerato spettacolo da non sottoporer ai minori, in Italia. Almeno così hanno pensato i capistruttura di RaiDue, canale sul quale stasera andrà in onda una puntata di "Batticuore" che ospita anche una coppia omosessuale.

Durante la registrazione della puntata il pubblico a gran voce ha chiesto ai due di coronare la loro storia d’amore, nata nelle stanze di una chat, con un bacio ripreso dalle telecamere. Così Gianluca e Massimiliano si sono scambiati un bacio casto come le centinaia che probabilmente si danno in pubblico giornalmente. Tuttavia la trasmissione di stasera, condotta da Federica Panicucci dalle 18.40, non mostrerà il bacio, perché l’orario ècompreso nella fascia protetta per i minori.

Scoppia, come è ovvio, la polemica: c’è chi grida alla censura, chi difende le scelte dei capistruttura, chi rimpiange l’occasione persa, come Franco Grillini: era «un motivo per riflettere su quanto il nostro Paese sia arretrato culturalmente rispetto ad altri paesi d’Europa – ha detto il presidente onorario Arcigay – e come l’omosessuale sia sempre considerato un cittadino di serie b costretto a dover nascondere in pubblico la sua affettività».

Dal lato opposto il direttore di rete, Carlo Freccero ha difeso le scelte del acpostruttura Antonio Azzalini: «Sono per la libertà di espressione ma anche per il rispetto delle direttive» ha dichiarato, annunciando anche che se rimmarrà in Rai proporrà e sosterrà un programma interamente gay intitolato «Gayezza». Azzalini, dal canto suo, evita le accuse di censura dicendo che «se davvero avessimo voluto censurare, allora non avremmo invitato i due gay nel programma».

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...