E’ morto Andy Whitfield, l’ultimo Spartacus della TV

di

Aveva interpretato con grande successo il ruolo del protagonista in "Spartacus: sangue e sabbia", grazie al quale era diventato famoso. Sconfitto da un linfoma non-Hodgkin, è morto a...

CONDIVIDI
1 Condivisioni Facebook 1 Twitter Google WhatsApp
2709 0

E’ diventato famoso presso il grande pubblico grazie alla magistrale interpretazione di Spartacus nella serie televisiva trasmessa da Sky "Spartacus: sangue e sabbia", una delle pochissime a contenere esplicite scene di sesso gay per "rispettare i costumi dell’epoca" come avevano annunciato i produttori.
Per tutti, con la morte di Andy Whitfield se n’è andato un guerriero.
La sua personale battaglia Andy, 39 anni, l’ha combattuta, ma ha perso. Dopo 18 mesi, infatti, a sconfiggerlo è stato il linfoma non-Hodgkin. L’annuncio è stato dato dalla moglie Vashti, madre dei loro due figli.

«In una bellissima e soleggiata mattina, circondato dalla sua famiglia, tra le braccia della sua innamorata moglie, il nostro bellissimo giovane guerriero Andy Whitfield ha perso la sua battaglia lunga diciotto mesi contro il cancro – si legge in una nota -. È morto pacificamente, circondato dall’amore. Grazie a tutti i fan, il cui amore e supporto lo hanno aiutato ad andare avanti fino a questo punto. Sarà ricordato come un uomo, padre e marito esaltante, coraggioso e cortese».
Da quando si è diffusa la notizia, sul profilo Facebook di Andy si sono susseguite centinaia di messaggi di fan, amici e ammiratori che hanno voluto rendere omaggio all’attore.

Ed era stato proprio il linfoma a tenerlo lontano dal set dopo la fine della prima stagione di Spartacus: sangue e sabbia. Ma gli autori, decisi ad aspettarlo per riaverlo nel cast, avevano deciso di girare un prequel, "Spartacus: gli dei dell’arena", in attesa della sperata guarigione di Andy. Quando le condizioni dell’attore di origine gallese si sono irrimediabilmente aggravate lo scorso gennaio, la produzione della serie aveva deciso di sostituirlo con con l’attore australiano Liam McIntyre.
Cordoglio ha espresso Chris Albrecht, presidente della rete televisiva Starz produttrice di Spartacus.

«Siamo stati fortunati a lavorare con Andy – ha detto Albrecht – e sappiamo che l’uomo che ha interpretato un campione sullo schermo, lo era anche nella vita».
Prima di Spartacus, Andy Whitfield aveva debuttato in "All Saints", serie televisiva australiana, ed aveva ottenuto il ruolo di protagonista in "Gabriel – La furia degli angeli".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...