La star di Glee finisce in riabilitazione per abuso di droghe

di

Cory Monteith, il Finn della serie gay friendly, è finito in riabilitazione per la seconda volta per abuso di sostanze stupefacenti. La prima fu quando aveva 19 anni.

2942 0

Cory Monteith, 30 anni, ha deciso di farsi curare in un centro di disintossicazione per la seconda volta nella sua vita, sperando sia l’ultima. L’attore di Glee, in cui interpreta Finn, andò in cura la prima volta quando aveva 19 anni per abuso di droghe e alcol. Gli stessi motivi che lo hanno indotto a tornare in una clinica specializzata. Un comunicato dice che “è stato lui stesso ad ammettere di avere un problema con la droga e di volerlo risolvere definitivamente. Ora chiede che la sua privacy sia rispettata per fare i passi necessari per una serena disintossicazione”.

Tempo fa, l’attore raccontò di quando era adolescente ed era completamente fuori controllo. A soli 13 anni, dopo il divorzio dei genitori, iniziò ad

ubriacarsi, drogarsi e a saltare la scuola. A 19 anni il primo ingresso in un centro di disintossicazione che però risolse solo in parte il problema. Lea Michele, altra protagonista della serie e fidanzata nella vita reale di Cory, ha detto che continuerà ad amarlo e a stargli vicino. “Sono fiera di lui per questa decisione”.

La serie è attualmente alla quarta stagione e mancano solo due episodi perché si concluda. La produzione ha fatto sapere che tutto procederà come previsto. “Cory è un membro della famiglia Glee e sosteniamo la sua decisione. Speriamo che faccia presto ritorno da noi”.

Leggi   Trono gay, minacce anonime a Maria De Filippi: "Ora tremo"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...