Miss Italia 2017: le miss si baciano sulla bocca

di

"Una dimostrazione di quanto ci vogliamo bene e del fatto che non abbiamo problemi a lanciare questo messaggio".

3520 1

Nel 2002, nel film Le ragazze di Miss Italia, il maestro Dino Risi proponeva un bacio saffico, suscitando polemiche e clamore per la messa in onda in prima serata su Rai1.

Oggi a Miss Italia forse l’omosessualità non è più un tabù e anzi alle “nuove spose” e ai matrimoni di tutti i generi è dedicata una sfilata mentre alle prefinali due miss si sono baciate sulla bocca.

Un gioco provocatorio nel contesto dello storico concorso, un gesto di affetto, ma anche un segnale simbolicamente importante quello lanciato dalle due ragazze sulle note di Kissing strangers. Entrambe lombarde, Sara Croce e Francesca Valenti, lo motivano come “una dimostrazione di quanto ci vogliamo bene e del fatto che non abbiamo problemi a lanciare questo messaggio“.

Stasera, nel corso della finale di Miss Italia, in diretta da Jesolo su La7 in prima serata con Francesco Facchinetti, la sfilata con gli abiti da sposa creati da Maria Celli vedrà le ragazze al fianco di un partner in tight con una maschera che ne cela il volto. “Un vero inno alle nozze e alle unioni civili“, spiegano la maison e l’organizzatrice del concorso Patrizia Mirigliani. L’idea è quella di raccontare le nozze in tutte le loro sfumature, anche le unioni civili.

Anche il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia aderisce con entusiasmo all’iniziativa e ne esalta il valore in conferenza: “Ho celebrato l’unione tra due donne poche settimane fa e partecipo all’inno all’amore oltre i generi“, spiega. La finale, che sarà aperta con una sigla corale e l’omaggio coloratissimo a La La Land, avrà energia e ritmo. Il conduttore Francesco Facchinetti, che ha portato al centro i social con una giura di influencer di primo piano che voteranno una loro miss, annuncia sorprese: “Ci sarà anche una Chiara Ferragni, in che modo lo scoprirete” e, tra il serio e il faceto, anticipa collegamenti con importanti personaggi di spettacolo e politica.

Fonte: Ansa

Leggi   Pontida, il sindaco Carozzi ci riprova: via la tassa rifiuti, ma non ai gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...