Pierluigi Diaco fa coming out: “Vivo col mio compagno e vorrei adottare”

di

Dopo anni di ambiguità il giornalista e autore ha deciso di dire le cose come stanno.

30552 5

“Mi sveglio alle cinque. Alle sei, sono in radio. Poi, in redazione, da Maurizio Costanzo. Alle sette di sera, già ceno. Alle nove, sono a letto, se no non reggo. Prima, passo due ore con Alessio, il mio compagno. È la prima volta che ne parlo, ma condividiamo la vita da due anni. Nel weekend, anche d’inverno, andiamo al mare in scooter. E tantissimo al cinema. Abbiamo un bassotto molto simpatico: Ugo”.

Ebbene sì, Pierluigi Diaco, giornalista e autore radio e tv, ha fatto coming out sulle pagine de Il Corriere della Sera.
Dopo anni di ambiguità e una serie di interviste dove si era più che altro raccontato come bisessuale, Diaco a 40 anni ha deciso di dire le cose come stanno.
Innamorato e con fidanzato, i due pensano all’unione civile e in futuro forse anche ad avere un figlio.

Con una legislazione adeguata, lo adotterei, ma la dimensione genitoriale può essere vissuta in altri modi. Io, il mercoledì pomeriggio, faccio da zio al figlio di un amico. Lo prendo all’asilo, lo porto al parco. Mi piace quello che pensano i bambini, mi piacciono i loro capricci, i loro sogni. Aveva ragione Gaber quando cantava “non insegnate ai bambini la vostra morale”. L’altro giorno, il bimbo voleva saltare da un albero all’altro, come le scimmie. Non riusciva. L’ho aiutato, ho fatto la scimmia anch’io. Mi ha regalato due ore di gioia. Quei momenti, come quelli passati al mare, sono l’altrove di cui non posso fare a meno“.

Leggi   Monica Cirinnà: "Adesso matrimoni, adozioni gay e legge sull'omofobia"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...