Ricerca USA: i gay in TV riducono l’omofobia

di

Una ricerca della Università del Minnesota ha misurato i sentimenti verso gli uomini gay prima e dopo la visione di episodi di "Queer Eye for the Straight Guy,"...

514 0

LOS ANGELES – La Tv riduce l’omofobia. Lo afferma una ricerca della Università del Minnesota riportata dal Minneapolis Star Tribune che ha misurato i sentimenti verso gli uomini gay prima e dopo che gli studenti del college vedessero episodi di “Queer Eye for the Straight Guy”, “Will & Grace” and “Six Feet Under”.
Gli intervistati hanno ammesso di sentire minore omofobia dopo la visione di ciascuno show. I professori di comunicazione Edward Schiappa e Dean Hewes e lo studente laureato Peter Gregg affermano che il fenomeno è dovuto a una forma di “ipotesi di contatto”, un meccanismo che riduce il pregiudizio attraverso il contatto tra gruppi maggioritari e minoritari. Dal momento che le ipotesi di contatto lavorano attraverso una interazione diretta, i ricercatori pensano che la televisione crei un effetto simile. Con un processo definito “ipotesi di contato parasociale”, i soggetti ridurrebbero il loro pregiudizio attraverso la visione di membri dei gruppi minoritari in Tv o nei film.
«Lo studio non fa che confermare ciò che noi del GLAAD sapevamo, che la visibilità porta alla comprensione e la comprensione porta all’accettazione – ha detto alla PlanetOut Damon Romine, direttore per i media di intrattenimento della GLAAD – Più immagini ci sono, più grande è la comprensione, e questo porta alla tolleranza verso le diversità; e tutti noi dovremmo perseguire questo scopo».
I risultati sugli studi su “Queer Eye for the Straight Guy” e “Six Feet Under” sono stati pubblicati sul giornale Communication Monographs. I risultati su “Will & Grace” non sono stati pubblicati.

Leggi   Faenza, liceali al primo giorno di scuola: "Il Torricelli rifiuta l'omofobia"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...