Sandra Alvino aggredisce Luxuria: “Divorzio per colpa tua”

di

L'ex trans fiorentina, ospite insieme a Vladimir Luxuria di Pomeriggio 5, ha aggredito l'ex parlamentare, il pubblico e "i giornali di sinistra" rei di farle subire l'onta di...

1024 0

^f1Ancora accese polemiche sulle trans e sul transessualismo. E ancora una volta il teatro è il salotto pomeridiano di Barbara D’Urso su Canale 5. Ospiti di della puntata di Pomeriggio 5 di ieri, tra gli altri, anche Sandra Alvino e Vladimir Luxuria. Mentre un’altra ospite, Vicky, che domani si sottoporrà all’intervento per il cambio di sesso, raccontava la sua storia, esplode la furia di Sandra Alvino, che all’operazione si sottopose 40 anni fa. E l’ira si scaglia contro Vladimir Luxuria che, a dire della signora Alvino sarebbe responsabile, insieme ai "suoi giornali" (i presunti giornali di Luxuria, in ogni caso, i giornali di sinistra, nda), del suo imminente divorzio dall’uomo con cui è sposata da 27 anni.
^rf2Il divorzio sarebbe provocato dal fatto che alcuni giornali continuano a riferisri a Sandra Alvino come ad una trans e non come ad una donna. "Non ti permettere mai più di parlare di trans e transgender – dice urlando a Vladimir Luxuria -. Da ex parlamentare non sei stata capace di difendere le persone. Io mi devo separare da mio marito perché i giornali di sinistra ci hanno massacrato. Repubblica mi definisce ancora trans. Hai distrutto le vite da parlamentare, le fai morire quelle povere ragazze che le chiami travestite.(…) Io sono una signora sposata con un uomo e devo subire l’onta di essere definita trans dai tuoi giornali. Devo divorziare per colpa vostra". Impossibile non notare l’espressione sbigottita di Vladimir Luxuria che, invece, non considera un’onta essere definita trans.
^f3"Fino a pochi giorni fa avevamo un ottimo rapporto – spiega Luxuria – la signora Alvino mi ha anche regalato un braccialetto. L’unico motivo per un cambio di atteggiamento così repentino non può che essere politico". L’ex parlamentare si riferisce all’accenno, fatto dalla Alvino tra un urlo e un insulto, ad una sua possibile candidatura con il Pdl, cosa che non stupisce dato che il partito del premier la ha già candidata alle ultime elezioni comunali di Firenze. "Tra noi trans – continua Luxuria – dovremmo avere molta più solidarietà". "Tra voi trans – la interrompe Sandra Alvino -. Non dica ‘tra noi’. Tra voi trans". E continua la polemica con il pubblico, reo delle stesse colpe di Luxuria, fino a quando la Alvino non decide di andarsene dallo studio e si fa togliere il microfono dalla conduttrice. Qui di seguito l’epilogo dell’episodio. Se volete vederlo intero, invece, andate a questa pagina. I fatti a cui ci riferiamo si svolgono dal minuto 15.24 al minuto 26.33 (dalle 17.09 alle 17.20, secondo l’orologio in sovraimpressione in alto a sinistra dell’inquadratura).

Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...