SANREMO, BUBLÈ FA LO STRIP TEASE

di

Parte il carrozzone del Festival. Stasera il cantante canadese che ha conquistato i giornalisti con la sua simpatia. Ancora polemiche su Tyson. Paola e Chiara non sono squalificate.

1408 0

SANREMO – Stasera c’è Bublè, nella serata finale ci sarà Demi Moore. Non verrà Panariello ed è ancora tutto incerto sulla presenza di Mike Tyson. Tra conferme e polemiche parte stasera il carrozzone del 55° Festival di Sanremo guidato dallo scoppiettante Paolo Bonolis.
L’incognita Tyson

La polemica che tiene vivo l’interesse per il Festival, è quella relativa alla presenza dell’ex-pugile Mike Tyson sul palco dell’Ariston per la serata finale. La scelta di un personaggio condannato per stupro e che ha dato spesso prova di grande efferatezza ha sollevato molti dubbi e alcune vivaci proteste. Nonostante ciò, i conduttori continuino a difendere la loro scelta: Bonolis sottolinea come sia interessante indagare sulle origini della violenza, mentre Antonella Clerici pensa che giornalisticamente sia interessante intervistare Mike Tyson: “Ritengo sia interessante ascoltare la storia di Tyson, uno dei più grandi sportivi del mondo (e su questo Bonolis ha scosso la testa, a mo’ di non condivisione), e non sto a guardare il suo privato. Mi astengo dal giudizio. Penso sia importante conoscere la persona nelle sue debolezze, per quello che ha fatto e pagato. Giornalisticamente è interessante…”. E Federica Felini, l’altra spalla femminile di Bonolis, si è limitata ad un imbarazzato “anch’io penso sia interessante ascoltare la sua storia”.
Spetterà al direttore generale della Rai, Flavio Cattaneo, la decisione se Tyson sarà ospite del Festival di Sanremo. “La scelta – ha spiegato Fabrizio Del Noce, direttore di Raiuno – essendoci polemiche, dissensi e diverse valutazioni, sarà presa all’interno dell’Azienda insieme agli autori del programma e dovrà esserci un parere definitivo da parte della Direzione generale”. “Nelle prossime ore – ha aggiunto il direttore di Raiuno – faremo una scelta irrevocabile se verrà Tyson, come personalmente auspico, o non verrà e si sceglierà un’altra linea”. Del Noce non ha dato però cifre ufficiali dell’ingaggio del pugile (si parla di circa 70 mila euro).
Quel bravo ragazzo di Michele

Viceversa mette tutti d’accordo la presenza di Michael Bublè. Leggermente ironico, divertente, ottimo intrattenitore. Così si è presentato oggi il cantante canadese ai giornalisti che seguono il Festival di Sanremo. “So che è in assoluto la manifestazione più importante al quale potessi partecipare in Italia – ha detto – E’ un onore essere qui”.
Nessuna rivelazione in merito le canzoni che porterà al Festival. “Canterò due brani – si è limitato a dire Bublè – e spero che mi sia anche permesso – ha aggiunto con ironia – di fare uno strip tease”. Naufragato invece il progetto di un duetto con Giorgia. “Mi sarebbe piaciauto cantare con lei ‘Quando, quando, quando'”. In merito il brano di Tony Renis, riproposto da Bublè con grande successo, il cantante canadese di origini italiane ha sottolineato: “A lungo mi è stato chiesto di cantarlo. Ho deciso di farlo perchè mi piaceva, nessuno del resto può convincermi a fare qualcosa di cui non sono convinto. Nemmeno Tony Renis”.
Gli scandali del Festival

Tra le immancabili occasioni di polemica a Sanremo, c’è quella relativa al duo friendly Paola & Chiara. Le due ragazze hanno rischiato l’eliminazione perché per un errore della casa discografica una frazione di 30 secondi del loro brano è finita su internet. Ma è lo stesso Bonolis oggi a dirimere la controversia: “Il problema della squalifica di Paola e Chiara non si pone – spiega Bonolis – non c’è una responsabilità diretta né preterintenzionale delle cantanti coinvolte, non si può puntare il dito contro artisti che non sono responsabili e non potrebbero esserlo nei confronti di un sistema come internet dove ci sono spifferi ovunque. Sarebbe un precedente che potrebbe aprire ipotesi future di pregiudicare partecipazioni di altri artisti con possibilità di vendette personali. Una presa di posizione troppo netta potrebbe produrre conseguenze negative”.
L’altro scandalo è quello relativo alle scommesse: molti cantanti hanno polemizzato sul fatto che ancora prima che vengano ascoltate le canzoni in gara è possibile puntare su chi vincerà il festival.
Le scaramanzie dell’ultim’oraSui riti scaramantici, Bonolis mantiene il riserbo: “C’è chi se li porta da casa, chi li acquista, l’apotropaicità è una cosa personale”, dice. Antonella Clerici invece ha un rito ‘stimolante’: “Il mio rito scaramantico è che bevo sempre un caffè prima di andare in onda. Mi dà l’idea che mi tenga sveglia. Lo fa anche la Carrà? Bene, io la stimo molto”. La valletta del festival, Federica Felini, è invece impegnata a tenere a bada l’agitazione del debutto: “Ho le farfalle nello stomaco. Mille pensieri”, dice con il singolare timbro di voce, diventato uno dei ‘bersagli’ della crititica. E Bonolis coglie la palla al balzo e chiosa: “Federica ha le farfalle, Antonella la tenia…”.

Leggi   Gianna Nannini torna a parlare: "Sono anarchica e pansessuale"

di Alessandro Federici

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...