Torna Raffaella: “Voglio regalare due ore di leggerezza”

di

Dopo due anni di assenza, rieccola con una nuova edizione di 'Carràmba, che fortuna'. Ospiti della prima serata Alexia, Fiordaliso, Marcella Bella e Spagna in un tributo agli...

1970 0

Domani torna in tv nostra signora della televisione, Raffaella Carrà. Vera ed unica icona catodica (ma non diteglielo, dice di non poterne più di queste definizioni). Arriva all’Auditorium del Foro Italico ed è subito presa d’assalto da decine di fotoreporter e giornalisti. Entriamo nello studio dei ricongiungimenti e delle sorprese, quello che anni fa ha fatto da sfondo a storie che hanno commosso mezza Italia. La nuova scenografia, ideata da Gianni Boncompagni, è fatta tutta di specchi, molto anni ’80, che sembra ricordare quello dei vecchi ‘Fantastico’, e che la conduttrice promette si illuminerà di colori ed arricchirà di immagini. 

Ma c’è soprattutto Raffaella: un fisico scolpito come quello di una ventenne, l’inseparabile caschetto biondo, la grinta e l’energia di sempre. Inizia così la presentazione del nuovo Carràmba.

Manco da 2 anni e mezzo dalla televisione, è venuto meno un po’ l’allenamento alla tv, per cui incomberà l’emozione almeno per il primo quarto d’ora. Torna ‘Carràmba che fortuna’, e la mia curiosità più grande è quella di capire se il pubblico ama ancora l’originale, perché sono state fatte tante di quelle copie, che magari rischio di sentirmi dire: ma Carràmba è uguale a questa o quella trasmissione. Questo, sono sincera, mi dispiacerebbe un po’. Torna la lotteria nella formula che abbiamo inventato anni fa con Sergio Japino, e cioè con il gioco direttamente con il pubblico a casa, che ha la possibilità di vincere immediatamente i ricchi premi messi in palio.

E sulla presenza dei Carràmba boys Raffaella ci dice:

Ci sono i 40 bellissimi ragazzi della fortuna, che quest’anno ancor di più hanno la loro ragion d’essere. Saranno infatti votati dal pubblico a casa per tutte le 13 puntate, ed i 6 che raccoglieranno più voti saranno abbinati agli altrettanti biglietti vincenti dell’estrazione finale del 6 Gennaio. I Boys balleranno, avranno dei movimenti coreografici ideati da Marco Garofalo, e canteranno delle sigle molto spiritose scritte da ‘Giannino’ Boncompagni. I ragazzi sono stati scelti da Japino e Gianni, che hanno privilegiato chi viene dalla moda o dalla vita comune, ma comunque con un certo fascino.

Ed a questo punto che Gianni Boncompagni, regala una delle sue battute ironiche: “ E’ per questo che noi gay siamo qui…per scegliere i ragazzi!!”. Ed è così che parte la storica risata di Raffaella e la pronta risposta di Japino: “Gianni io non sono gay…parla per te!”. 

E le sorprese?

Naturalmente ‘Carràmba’ uguale sorpresa. Cercheremo di portare in studio tutti gli idoli dei ragazzi.

Ed i ricongiungimenti?Arrivano anche lettere per i ricongiungimenti, ma nemmeno moltissime, anche perché la maggior parte delle persone mi scrive: ‘il mio sogno è’, non tenendo presente che si deve scrivere per fare una sorpresa a qualcun altro e non a se stesso. Per cui ci saranno ospiti, lotteria, spettacolo e carràmbate.

E la scenografia tutta di specchi, che fa venire in mente quella dei vecchi show degli anni ’80?

Questa scenografia fatta tutta di specchi, che sembra così nuda, ma durante la diretta sarà arricchita dalle immagini di Sergio e da alcuni effetti speciali ideati da Gianni. E comunque non sono specchi veri, perché io sono superstiziosa, e gli specchi non portano bene, ed è anche la prima volta che mi capita di iniziare uno show il giorno 17. Mi consolerò facendo riti scaramantici toccando Sergio, visto che  il 17 è il giorno del suo compleanno.

Leggi   "Chiamami col tuo nome": i due nuovi spot per la tv dell'attesissimo film di Luca Guadagnino

Parlava inizialmente del primo quarto d’ora di emozione. Come romperà il ghiaccio?

Cantando subito in playback, perché io odio sentire la mia voce emozionata. Comunque nonostante gli anni di carriera, l’emozione nasce dalla mancanza di allenamento e dai due anni di distanza dal video. Recentemente ho condotto 3 special in Spagna, terra molto amata, ma non è il mio paese. Qui in Italia sono più tesa. In queste notti ho avuto gli incubi, pensando a cosa dire e  a come iniziare la trasmissione. L’inizio è micidiale, credetemi!!

Il programma risentirà del clima non molto sereno che il paese sta vivendo?

Il programma sarà permeato da un clima di leggerezza, ha la pretesa di portare energia positiva e regalare un momento di serenità, come se uno uscisse per due ore a fare una passeggiata. Ecco il nostro intento sarà quello di sollevare per un attimo gli italiani dai problemi quotidiani. Tra l’altro ho chiesto ai Monopoli di Stato di aumentare i premi il più possibile, così faremo felici 8 famiglie ogni mercoledì sera. Non abbiamo la pretesa di risolvere i problemi degli italiani: magari potessimo farlo.

Qual è la motivazione che dà a se stessa per stare ancora in video dopo così tanti anni di carriera?

Io ho una peculiarità: quella di non stare sempre in video. Faccio al massimo un programma all’anno, poi sparisco dalla tv per uno o due anni. Soprattutto per una donna dello spettacolo è meglio prendersi periodi di pausa. 

E a chi le dice che è un mito, Raffaella scherzosa risponde:  

Vi prego basta con questi: sei un monumento, un icona, una certezza. Non ne posso più!! Anche della questione della mia erede non se ne può più. Ci sono tante ragazze che, ognuno con un suo colore e modo di essere, potrebbe diventare più famosa di quanto lo sono io. La televisione oggi va troppo veloce. Ci vorrebbe qualcuno che curasse davvero i ragazzi talentuosi. Appena diventi un po’ famoso ci sono manager che ti prendono e ti portano a far serate nelle discoteche ed inaugurazioni nei supermercati. Mentre è quello il momento in cui rinunciare ai soldini e farsi guidare da persone competenti. 

Quali saranno gli ospiti della prima puntata?

Giorgio Panariello, che è un mio carissimo amico. Poi ci sarà Renato Zero, che farà una sorpresa fuori studio, ed ancora un numero molto carino con Alexia, Fiordaliso, Marcella Bella e Spagna alle quali ho proposto di fare una fantasia molto bella ispirata agli Abba. E’ un quintetto tutto al femminile, che in Italia non è proprio così usuale. 

Tornerebbe a rifare ‘Amore’, il programma sulle adozioni a distanza che ha proposto in tv nel 2006?

Un programma come ‘Amore’ non posso cancellarlo ne dimenticarlo. E’ sempre nel mio cuore. Dicono sempre che io sono una donna di potere, ma io ho solo un piccolo potere: quello di convincere le persone. Se riuscirò con Carràmba a proporre un programma bello, pulito, ma anche commerciale dal punto di vista degli ascolti, può essere che mi premino con degli special di Amore. Mi accontenterei di 4 puntate, non di un programma intero.

di Michele Sabia

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...