TV: Help Me protesta contro i gay

di

Le apparizioni di un transessuale e un bisessuale nella trasmissione di Alda D'Eusanio ha provocato le reazioni dell'associazione di tutela dei minori.

530 0

L’associazione Help Me, che si occupa di proteggere i minori dai rischi che derivano da programmi televisivi troppo scandalosi, ha chiesto la sospensione del programma "Al Posto Tuo" condotto da Alda D’Eusanio, per aver trattato l’argomento della bisessualità e transessualità durante un orario accessibile ai minori in maniera non protetta.

Nelle puntate del 5 e 8 ottobre, infatti, nello studio della D’Eusanio sono stati ospitati un transessuale che ha proposto in diretta il suo travestimento e un bisessuale che ha riferito delle sue esperienze. Help Me afferma che quelle puntate sono state seguite da una media di oltre 160.000 minori di sedici anni e che più di 70 genitori si sono rivolti all’associazione per protestare contro la "volgarità e l’inadeguatezza" del tema trattato.

«E’ giusto – dice Massimo Cicogna, presidente di Help me – che in tv si affronti il tema della diversità sessuale, però, se questo avviene in una fascia oraria in cui gran parte del pubblico è costituito da minori, lo si deve fare all’interno di uno specifico progetto educativo. C’è il sospetto, in caso contrario, che il tema si svenda allo spettacolo scandalistico in maniera misera allo scopo di attirare l’audience ad ogni costo».

Leggi   Bacio gay nella serie "L'Esorcista", il produttore: "Si fottano gli omofobi"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...