Un’Isola dei famosi che potrebbe sembrare Mykonos!

di

Così commenta Vladimir Luxuria la forte presenza glbt all'interno di questa edizione, da lei condotta con Nicola Savino. Il programma è al nastro di partenza, su Raidue da...

1798 0

Milano. Dopo il balletto delle indecisioni sull’inizio della trasmissione, adesso tutto è pronto, gli studi Rai di via Mecenate allestiti in grande stile, la troupe esterna già partita per l’Honduras. Con il Grande Fratello, principe di tutti i reality, che affonda a livello di ascolti, Raidue parte con un’Isola dei famosi numero 9, che ha tutto il sapore di edizione finale. Almeno, questa è la sensazione che si ha dalla scelta del cast: tutto il meglio (o il peggio) dei concorrenti potenziali vincitori delle scorse edizioni, che torna nuovamente a mettersi in gioco nelle estreme condizioni di questo show della sopravvivenza. A pesare sul programma anche il grande vuoto lasciato da Simona Ventura, storica e carismatica conduttrice di tutte le passate edizioni. “Sostituire la Ventura – ironizza Nicola Savino – è come sostituire Ibrahimovic, praticamente impossibile. Ma l’Inter ha vinto qualcosa anche senza di lui!”

“Grazie alla Rai e a Magnolia che produce il programma – spiega Luxuria – ho avuto questa grande opportunità professionale che mi ha fatto passare da ex concorrente a conduttrice. Ho potuto così conoscere da vicino tutto il grande lavoro che c’è dietro le quinte, più di duecento persone che lavorano a pieno ritmo”. Oltre ai due conduttori, Savino da studio e Vladimir dall’Honduras, i protagonisti di questa edizione sono Alessandro Cecchi Paone, Arianna David, Den Harrow, Cristiano Malgioglio, Valeria Marini, Rossano Rubicondi, Carmen Russo, Enzo Paolo Turchi, Flavia Vento e Aida Yespica. Oltre a questi, chiamati “gli eroi”, altri cinque concorrenti, “gli eletti”: Mariano Apicella, Eliana Cartella, Guendalina Tavassi, Max Bertolani e il Divino Otelma. “Sarà un’edizione più giocata sull’ironia – prosegue Vladimir – e  con svariate modifiche al regolamento di gioco. L’ironia del resto è una grande arma di sopravvivenza. Lo stesso fatto di chiamare eroi i concorrenti è ironico. Sono eroi, in quanto hanno deciso di ripetere un’esperienza simile, sapendo benissimo a cosa stanno andando incontro”.

Pasquale D’Alessandro, direttore di Raidue, smentendo le notizie dello slittamento del programma per rispetto alla tragedia del naufragio del Costa Concordia, spiega: “I palinsesti sono spesso soggetti a cambiamenti, abbiamo individuato in questa data la migliore per iniziare. I due eventi non hanno nessun rapporto, sarebbe ingiusto e scorretto accostarli. L’Isola è un prodotto pop, dove concorrenti litigheranno e piangeranno, come accaduto in passato. Non ci interessano gli orientamenti sessuali o politici dei concorrenti, noi in questo caso pensiamo solo allo spettacolo popolare”. “I concorrenti – conclude Luxuria – si stanno godendo in hotel le ultime ore di confort e relax, prima di affrontare le estreme condizioni dell’Isola. A parte Valeria Marini che è riuscita a fare shopping e a riempire di acquisti ben due valige pure in Honduras. È vero c’è una forte componente glbt all’interno del cast, io, Cecchi Paone, Malgioglio e una donna come Valeria Marini che ha un’anima da trans, tanto che potrebbe sembrare Mykonos più che l’Isola dei famosi. Io sono stata scelta per la conduzione di questa edizione per la mia professionalità più che per la mia identità sessuale. L’elemento glbt c’è all’interno dell’Isola e non so se porterà discussioni. Nella mia esperienza, l’Isola dei famosi mi ha insegnato che il rispetto è un valore fondamentale, e anche questa volta dovrà valere questo messaggio”.

Leggi   Vladimir Luxuria scrive ad Arcilesbica: "Bigottismo che puzza di incenso e sessuofobia"

di Francesco Belais

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...