UNA TORTA FA FELICE LA CLERICI

di

La fidanzata di Vianello la prende a torte in faccia in TV? Lei giuliva: "ci vuole ironia". E se gli ascolti del 'Ristorante' calano, l'Antonellina è contenta lo...

647 0

ROMA – Come faccia la Antonella Clerici ad essere contenta come una Pasqua, lo sa solo lei… Non solo si è beccata un dolce sull’angelico viso, ma la puntata di ieri del ‘Ristorante‘ è stata persino sorpassata nella gara dell’audience da Massimo Boldi! Eppure oggi lei dichiara serafica: «Il ‘Ristorante’ resiste a tutto, anche alle torte in faccia… », ironizzando sul lancio effettuato dalla fidanzata di Edoardo Vianello. «Questo – sorride la Clerici – è il programma più tormentato della storia della televisione. Ma sta dimostrando di poter reggere nonostante la fortissima controprogrammazione, che dopo ‘Il Capitano‘ si è arricchita ieri anche delle nuove ‘Iene‘ guidate dalla brava Littizzetto, nonostante i cambi di palinsesto e nonostante le torte in faccia…».

Sul gesto della compagna di Vianello la Clerici dice di non averne capito i motivi: «è stato un fulmine a ciel sereno. Prima dell’inizio della puntata l’avevo anche salutata come faccio con tutti i parenti in studio. Poi dopo il panico iniziale della torta, me la sono cavata buttandola sull’ironia. Fra l’altro – aggiunge – credo che sia rimasto molto stupito anche lo stesso Vianello, che dopo si è anche sentito male. L’importante comunque è prenderla a ridere».

Quanto alle critiche rivolte al programma da Naike Rivelli, figlia di Ornella Muti, la conduttrice si dice “sbigottita”: «si tratta di accuse false e prive di fondamento. D’altronde sono affermazioni che si commentano da sole, perchè se realmente avesse visto e pensato quelle cose poteva andare via e non restare un mese nel programma. Sulla qualità dei cibi, poi, parlano i commenti lusinghieri di un gastronomo come Edoardo Raspelli e i controlli della Asl. In ogni caso sono rimasta senza parole».

Intanto Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, chiede al direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce «di rinunciare all’esperimento e di assegnare lo spazio, in onda in fascia protetta, ad altre produzioni più costruttive e meno diseducative», e aggiunge: «Nervi tesi, scontri verbali smodatamente accesi, maldicenza tra i partecipanti ed altre dinamiche consimilari, nel contenitore ‘Il ristorante’, confermano la natura trash dei reality show, genere televisivo che risulta essere il più sanzionato dal Comitato per l’applicazione del Codice Tv e Minori».

Del cammino “tormentato” del ‘Ristorante’, la conduttrice afferma: «un po’ di pegno bisogna sempre pagarlo quando si apre una strada nuova e io amo percorrere strade nuove. La nostra esperienza gioverà ai conduttori che dopo di me si cimenteranno in reality show su Raiuno».

Insomma, alle critiche Antonella fa spallucce: «è un programma che di certo non è passato inosservato e che mantiene un’ottima media nonostante la concorrenza durissima anche sulle altre reti Rai». Ad oggi infatti il programma si attesta su una media del 22,53% di share, più o meno in linea con gli obiettivi di rete.

Ma a rendere particolarmente orgogliosa la conduttrice ci sono anche i risultati della striscia quotidiana del reality in onda dopo il Tg1 dell’ora di pranzo, con una media del 15,78% e 2.339.000 telespettatori, cui si aggiunge il record di share (18,56%) registrato nella puntata di ieri.

Così come i risultati della ‘Prova del cuoco‘, che continua ad essere il programma leader tra tutte le reti nella sua fascia, con una media d’ascolto del 22,18% e 2.128.000 telespettatori e con il record del 27,43% (3.200.000) registrato sabato scorso.

Leggi   Marco Predolin shock: "Prendiamo Malgioglio e lo mettiamo sul rogo"

«Il ‘cuoco’ resta il mio grande amore. Va come un treno nonostante qualsiasi concorrenza provino a metterci contro e nonostante il cambio di orario deciso l’anno scorso per favorire il gioco di squadra delle altre reti Rai. spero che questo spirito di squadra – ironizza la Clerici – se lo ricordino anche gli altri, proteggendo ogni tanto anche i miei programmi…».

Infine una battuta su Sanremo: «sarò la spalla di Bonolis e mi metterò al servizio del programma e del suo successo e credo che la cifra della mia partecipazione sarà ancora una volta all’insegna dell’autoironia. La valletta? E’ ancora top secret, ma l’importante è di riuscire tutti insieme a creare un gioco e uno spettacolo che funzioni».

di Alessandro Federici

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...