Michela Murgia, Ho molti amici gay

"Ho molti amici gay", la frase con cui gli omofobi cominciano un'affermazione omofoba. Michela Murgia a #QuanteStorie Rai3

Pubblicato da Quante Storie su Giovedì 18 maggio 2017

Michela Murgia contro l’omofobia dei politici italiani: “Situazione deprimente”

di

L'occasione è la recensione dell'ultima fatica letteraria di Filippo Maria Battaglia, Ho molti amici gay.

6931 0

In onda mercoledì scorso nel programma con Corrado Augias Quante Storie, Michela Murgia ha approfittato della Giornata Internazionale contro l’Omofobia per recensire e puntare i riflettori sull’ultima fatica letteraria di Filippo Maria Battaglia: Ho molti amici gay. La crociata omofoba della politica italiana.

In poco più di tre minuti di discorso Michela Murgia sintetizza al meglio il pensiero dell’autore e definisce la classe politica italiana “deprimente”, facendo anche riferimento a due esponenti del centrosinistra (perché, come dicono Battaglia e la stessa Murgia, l’omofobia non conosce partito politico): Pierluigi Bersani e Rosy Bindi.

Leggi   'Sono diverso, non sbagliato', il potentissimo tema di un dodicenne contro il bullismo omofobo a scuola
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...